gototopgototop

Elezioni a VIcoforte:

Roattino  sfiderà Massa


Profughi di Niella al lavoro:

«Vogliamo renderci utili»


Morozzo: il Comune premia

il Consorzio del Cappone


Dalia Revelli di Margarita eletta

presidente provinciale Coldiretti

PDF Stampa E-mail

Saint Grèè di Viola: firmato l’accordo

per i nuovi impianti sciistici

 

VIOLA - (r.s.) – Negli Anni Settanta, quando San Grato cambiò il nome nella più internazionale “Saint Grée” di Viola, la località dell’Alta Valle Mongia aveva gli impianti sciistici più all’avanguardia del Nord Ovest e a quota 1200 metri c’erano moderne costruzioni alberghiere. Mercoledì mattina, nella sala giunta del Comune di Cuneo, la firma dell’accordo tra Regione e Comune di Viola per la costruzione di un nuovo impianto (finanziato con 700 mila euro dall’ente regionale) vorrebbe cancellare il declino che la stazione ha subito dal 1997, annoverandosi poi tra le 40 stazioni sciistiche obsolete delle Alpi piemontesi. Una situazione aggravata, all’inizio degli Anni Duemila, dal fallimento dell’impresa di gestione, nonostante la costruzione di una nuova seggiovia, una pista di pattinaggio sul ghiaccio e un muro di arrampicata. L’accordo, a Cuneo, è stato sottoscritto dall’assessore piemontese alla Montagna, Alberto Valmaggia, e dal sindaco di Viola Gian Carlo Rossi. L’impianto sarà realizzato in attuazione della “Linea di intervento per la “Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio turistico, sportivo e culturale”. Il nuovo impianto andrà a fare il paio con la seggiovia Pian del Bal che dal 2010 è attiva insieme a due tapis roulant per principianti e bambini, uno a valle, e uno nuovo all'arrivo della seggiovia.

I COMMENTI

«Non possiamo che essere soddisfatti - ha commentato il sindaco di Viola, Giancarlo Rossi -. Abbiamo atteso anni e finalmente siamo arrivati alla firma dell’accordo. Il nuovo impianto permetterà di portare gli sciatori dall’arrivo della seggiovia sino al vallone, zona collocata intorno ai 1.800 metri, dove l’innevamento è presente per tutto l’inverno e dove si potranno sfruttare meglio le piste. Resta però ancora un problema: trovare il finanziamento per realizzare un impianto di innevamento nella parte bassa della seggiovia, per poter garantire un’area sciabile più estesa e completa. Con l’intervento intendiamo riportare persone nella nostra zona, anche perché abbiamo 1500 alloggi acquistati quando Viola era una delle stazioni più ambite del Cuneese. Nel tempo hanno subito un forte deprezzamento in quanto non si può più garantire l’obiettivo per il quale erano stati comperati: poter sciare sempre. E’ come se andassi al mare e ti togliessero l’acqua. In questo modo offriamo un’opportunità in più, in attesa di altri possibili miglioramenti futuri».

D’accordo l’assessore regionale Valmaggia: «Il progetto è molto importante perché permette di connettere il comprensorio con la nuova sciovia e dare più potenzialità all’intera zona. Accogliendo sciatori della nostra provincia, ma soprattutto quelli liguri che maggiormente gravitano sulla stazione di Viola».

IL NUOVO IMPIANTO

L’intervento prevede la costruzione, nell’area Vallone, di una sciovia a fune alta della lunghezza di 660 metri, con 8 strutture per il sostegno della linea e il dislivello tra la stazione di partenza e quella di arrivo di 200 metri. L’impianto potrà trasportare 720 persone all’ora. Le piste interessate dall’intervento sono di 165 ettari, ma quelle effettivamente toccate dai lavori riguardano 55 ettari. Il costo dell’operazione è di 830 mila euro, di cui 700 mila euro finanziati dalla Regione e 130 mila euro resi disponibili dal Comune di Viola. Il progetto della sciovia, elaborato dallo stesso Comune, è quasi pronto: mancano solo alcuni perfezionamenti tecnici. L’obiettivo è di avviare il cantiere nella prossima tarda estate e di chiuderlo entro novembre 2015, in modo da avere la piena funzionalità dell’impianto, dopo i collaudi, per metà dicembre, prima della settimana natalizia.

Attualmente il comprensorio dispone già della seggiovia Pian del Bal, di una pista di pattinaggio e di due tapis roulant. Il nuovo intervento consente di cambiare il volto all’area, facendole compiere un notevole e decisivo passo in avanti.

 

Twitter

 

EXPOMARE 2015

EXPOMARE 2015

banner-coalvi858x172.jpg