MENU

ALLUVIONE 2020

Tanaro, Armella ed altri rii hanno messo in ginocchio Ormea

Danni rilevanti su tutto il territorio

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:

Decine di milioni di euro, i danni precisi non sono ancora quantificabili ma Ormea in Alta Valle Tanaro ha pagato un prezzo davvero alto in questa alluvione. Zone turistiche come il Parco Pollicino e l'area camper, il Parco Fluviale, il parco del Ceresè, Turipesca e Le Trou a Cantarana, ma anche la "Passeggiata degli Inglesi" e la ciclabile interrotta in più punti, oltre che i negozi e le attività del centro paese colpite dall'esondazione dell'Armella; gravissimi i danni ad insediamenti produttivi come quello nell'ex Cartiera (fondamentale sarà risistemare il ponte gravemente danneggiato) ed ai collegamenti per le frazioni, colpiti da frane (impressionante quella del Rio Chiappino nel primo tratto della provinciale verso Aimoni) e crolli. Dopo Ponte di Nava è ancora interrotta - e lo sarà a lungo - la strada verso Viozene e Upega (si può transitare solo dal Colle di Nava e da Monesi), mentre Aimoni e Quarzina si possono raggiungere solo dalla stretta strada di montagna di Ponte di Nava.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl