MENU

TERZA PAGINA

Trent'anni d'Italia per Alì Stafa, il primo albanese di Garessio

7 marzo 1991, l'arrivo a Brindisi con la nave Legend

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Stafa

Alì Stafa, il primo albanese di Garessio

Brindisi, 7 marzo 1991, 25.000 albanesi in fuga da un paese senza speranza, in cui il regime comunista stava inesorabilmente crollando, approdano in Italia. Sulla nave panamense Legend, Alì Stafa, classe ‘62, il primo albanese di Garessio, che ci racconta l’emozione di quella notte: «Enorme,  sentivo che cambiava la mia vita: come rinascere una seconda volta. Ancora oggi mi vengono le lacrime agli occhi. Scappavo da un paese dove c’era solo terra, non avevamo niente e non conoscevamo la libertà. Ero un privilegiato, lavoravo in una fabbrica chimica e giocavo a calcio in C nel Lac, avevo uno stipendio, ma c’era tanta povertà: i contadini lavoravano tutto il giorno senza guadagnare niente. All’attracco a Brindisi è stato come uscire dal tunnel e vedere la luce. Avevamo un futuro»...

INTERVISTA COMPLETA SUL NUMERO IN EDICOLA

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl