MENU

MONREGALESE

Traffico di stupefacenti nel Monregalese:
6 kg di marijuana e coca per 60 mila euro

Operazione della Squadra Mobile: cinque arrestati, due di Mondovì, uno di Villanova

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Traffico di stupefacenti nel Monregalese: 6 kg di marijuana e coca per 60 mila euro

La conferenza stampa

MONDOVÌ – Dei cinque arresti della Squadra Mobile, abbiamo scritto sull’edizione cartacea della scorsa settimana. Nei giorni scorsi la Squadra Mobile di Cuneo ha tenuto una conferenza stampa in cui ha reso noti i particolari dell’operazione “Drugs on the road”. Ha portato all’arresto di cinque persone, tre di esse sono del Monregalese: di Mondovì e di Villanova.
IL RESOCONTO DELLA QUESTURA
La coppia andava e veniva dalla Spagna, in particolare da Barcellona, passa il Tenda e, probabilmente, è riuscita a passare anche indenne ai controlli dei cani antidroga della polizia di confine. Gli stupefacenti (cocaina e marijuana) erano, di solito, nascosti nel serbatoio della Opel Corsa ibrida: i corrieri della droga viaggiavano con il gpl, ma nella parte destinata alla benzina c’erano i sacchetti di droga confezionati in pacchi sottovuoto ed intrisi di carburante in modo da confondere il fiuto degli animali antidroga. L’operazione “Drugs on the road” della Squadra Mobile di Cuneo ha prima individuato, poi seguito, infine arrestato cinque persone: tre sono residenti nel Monregalese, a Mondovì e a Villanova. Lo stupefacente recuperato: 6 chili di marijuana, 30 grammi di cocaina e 250 pastiglie di Subutex, un medicinale che si somministra alle persone dipendenti da oppioidi, probabilmente usato per tagliare la cocaina. Valore commerciale pari a 60mila euro.
GLI ARRESTI
Il "corriere" della droga è un uomo di 58 anni residente tra il Torinese e Priocca (C. V., con precedenti per traffico internazionale di droga), di solito in auto con la compagna B. P. (54 anni). Partendo dall'analisi dello spaccio in diverse aree della provincia, i sospetti sono finiti su C. V.,  da tempo apparentemente fuori dal giro. È stato seguito e osservato per mesi. Ogni quattro settimane circa, con la si recava in Spagna, dove si tratteneva per pochi giorni. Al rientro in Italia, il ritrovo della banda era nella casa di M. F., 30 anni, monregalese, residente a Villanova Mondovì (precedenti per spaccio). Il 21 dicembre scatta il momento degli arresti. Al rientro dal viaggio che avrebbe dovuto servire per la preparazione delle dosi da vendere in concomitanza con le feste di fine anno, gli agenti della Mobile hanno seguito la coppia e quando sono entrati nel garage della casa di Villanova, in collina, con un’unica strada sterrata per raggiungerla, sono entrati in azione. Quattro persone (anche un uomo del ‘96 di origine rumena, G.B.M., residente a Mondovì) sono stati arrestati in flagranza; un quinto stava tentato la fuga in auto, ma è stato fermato subito: D.G., 65 anni, di Mondovì, aveva addosso sei dosi di cocaina.  Le successive perquisizioni, in auto e nelle case degli arrestati, hanno permesso di sequestrare un quantitativo di droga ingente, destinato allo spaccio nelle province di Cuneo e Asti. Si tratta, forse, di uno dei più importanti degli ultimi anni. Tutti gli arrestati sono tuttora in carcere, tranne la donna ai domiciliari essendo al primo reato contestato.
La conferenza stampa è stata curata dalla Squadra Mobile agli ordini del dirigente Pietro Nen e diretta dal vice questore Paola Capozzi. 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl