MENU

Montagna, libertà ed etica civile: a Mondovì due giorni tra libri e ospiti

Prima edizione di “Funamboli”: Mercalli, Mendicino, Albino Ferrari e Camanni

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Montagna, libertà ed etica civile: a Mondovì due giorni tra libri e ospiti

MONDOVÌ - Sarà la storica Sala Ghislieri di Via Francesco Gallo a fare da palcoscenico, venerdì e sabato, alla prima edizione di “Funamboli – Parole in equilibrio a Mondovì”. Due i momenti previsti: venerdì 2 ottobre alle ore 21.00, Giuseppe Mendicino (direttore scientifico della manifestazione) dialogherà con il giornalista e scrittore Marco Albino Ferrari. Montagna, libertà, etica civile, ovviamente, ma soprattutto l’ultimo libro del fondatore di Meridiani Montagne: “Mia Sconosciuta”, Ponte alle Grazie 2020. La prima presentazione in assoluto in provincia di Cuneo (e tra le prime in Piemonte), per un lavoro intenso e intimo dedicato alla madre Rosamaria.

Sabato 3 ottobre alle ore 17.30, invece, sarà la volta del celebre climatologo Luca Mercalli e dello scrittore Enrico Camanni, intervistati e stuzzicati sempre da Giuseppe Mendicino, noto al grande pubblico per essere il biografo ufficiale di Mario Rigoni Stern. Al centro del dibattito sempre la montagna, il suo presente e il suo futuro, ma anche in questo caso ampio spazio dedicato ai libri: “Una coperta di neve” di Camanni (Mondadori 2020) e “Salire in montagna” di Mercalli (Einaudi 2020). Il giornalista televisivo terrà di fatto a Mondovì la prima presentazione ufficiale del libro: il lancio sul mercato nazionale è avvenuto martedì.

Due giorni di riflessioni e di confronti, dunque, con lo sguardo sempre rivolto alla parola, al linguaggio e ai libri. “Funamboli nasce per raccontare la storia e l'attualità unendo, attraverso gli incontri, una città disposta su più livelli e collegata per mezzo di una funicolare – fanno sapere gli organizzatori. “Di anno in anno i Funamboli della parola si confronteranno su una tematica specifica divenendo i protagonisti di appuntamenti suddivisi tra i diversi quartieri cittadini, in un'unione simbolica di ciò che, in una città come in una società, diviene ingranaggio di un sistema che respira all'unisono e che non potrebbe sopravvivere se privato di una delle sue parti. Quest’anno per questioni organizzative e di sicurezza non siamo riusciti a sdoppiare geograficamente gli eventi, ma ovviamente siamo fiduciosi per il 2021. L’interesse finora mostrato, infatti, ci stimola e ci incoraggia”. Un appuntamento promosso dal “Progetto Cultourism” e dall’Associazione Culturale Gli Spigolatori e realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, il supporto di Assicuraci – Gruppo Gastaldi Assicurazioni e di Anna Maria Abbona Vini e con il patrocinio della Città di Mondovì.

Entrambi gli appuntamenti sono ad ingresso libero e gratuito. Alla luce dell’emergenza sanitaria in atto, tuttavia, i posti a disposizione sono limitati e contingentati ed è obbligatoria la prenotazione al 333.8670760 o via mail a segreteria.cultourism@gmail.com.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl