MENU

Boom di adozioni di cani durante la pandemia. La veterinaria Caramelli (Istituto Zooprofilattico):«Aiutano a combattere i periodi di crisi»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Boom di adozioni di cani durante la pandemia. La veterinaria Caramelli (Istituto Zooprofilattico):«Aiutano a combattere i periodi di crisi»

La monregalese Maria Caramelli, Istituto Zooprofilattico di Torino

L’Italia è un Paese amante dei cani e con il covid si registra un “boom” delle adozioni. Già prima della pandemia il 28% delle case ospitava un cane. Poi è arrivato il Covid che ha cambiato tanto negli stili di vita. In Piemonte l’anagrafe canina ufficiale dice che ci sono oltre 768 mila cani. In provincia di Cuneo se ne contano oltre 95 mila nella AslCn1, 40 mila nell’AslCn2. A Maria Caramelli, medico veterinario dell'Istituto Zooprofilattico di Torino e Valle d’Aosta, abbiamo chiesto un parere su questo particolare aspetto che pone l’affetto per l’animale domestico tra le principali voci del bilancio familiare.

Dottoressa Caramelli, che cos’è cambiato con la pandemia?

Il Covid ha portato a un vistoso aumento del numero di famiglie che ospitano un cane: i dati di una ricerca Coop ci dicono che ben tre milioni e mezzo di italiani durante i lockdown hanno (...)

EDIZIONE DI MERCOLEDì 21 APRILE 2021

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl