MENU

Consiglio provinciale: “Il distaccamento della Polstrada di Ceva diventi presidio”

Ordine del giorno chiede: “Se fosse impossibile mantenere il distaccamento, resti una sede alle dipendenze della Questura”

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Consiglio provinciale: “Il distaccamento della Polstrada di Ceva diventi presidio”

L'intervento del consigliere provinciale Pietro Danna

CEVA – “Mantenere operativo il distaccamento della Polizia Stradale di Ceva e provvedere ad integrare il personale stanziato nel territorio della provincia di Cuneo, ad oggi insufficiente”. E’ questa, in sintesi, la richiesta rivolta al ministero dell’Interno da parte di tutto il Consiglio provinciale che si è riunito lunedì 17 febbraio a Cuneo. Poi la proposta: nel caso in cui fosse impossibile mantenere il distaccamento Polstrada, di trasformarlo in presidio di Polizia alle dirette dipendenze della Questura di Cuneo. L’assemblea, presieduta dal vice presidente Flavio Manavella che poi è stato raggiunto dal presidente Federico Borgna, ha approvato un ordine del giorno per scongiurare la soppressione della Polstrada a Ceva. Borgna era già intervenuto nei giorni (...)

ALTRI PARTICOLARI NELL'EDIZIONE DI MERCOLEDì 19 FEBBRAIO 2020

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl