MENU

Garessio: si è spento don Giuseppe Rizzo, rettore del Santuario di Valsorda

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Garessio: si è spento don Giuseppe Rizzo, rettore del Santuario di Valsorda

Nella foto, don Rizzo, al centro, in processione a Valsorda

GARESSIO - È morto nella notte tra mercoledì 11 e giovedì 12 nell’Ospedale di Ceva, dove era ricoverato, don Giuseppe Rizzo, rettore del Santuario di Valsorda. Originario di Massimino, dov’era nato, aveva 88 anni ed era un uomo di grande cultura.

Ordinato sacerdote nel 1955, era stato a lungo parroco a Garessio Ponte.

“Don Rizzo, che era anche vicario zonale della valle Tanaro, è sempre stato molto attivo nella nostra comunità”, ricorda Luigi Sappa, per anni sindaco di Garessio.

“É stato uno dei primi fautori della Caritas – dice ancora Sappa -. Fece molto per l’asilo di Garessio Ponte. Con lui e con l’ufficio tecnico comunale e l’allora responsabile, geometra Roberto Meriggio, collaborammo bene anche nel post alluvione, quando dovemmo intervenire sulle strutture ecclesiastiche. Don Rizzo è sempre stato molto disponibile per le attività sociali del paese, come l’Università della Terza Età. Quando si ritirò a Valsorda, si impegnò per il nostro Santuario, anche per rilanciarlo attraverso il “turismo religioso” e la casa del pellegrino. Organizzava gite e momenti di incontro e fino all’ultimo ha curato il bollettino parrocchiale. Per la nostra comunità è una grave perdita”.

La salma del sacerdote sarà tumulata sabato nel cimitero di Massimino con rito funebre strettamente privato, come previsto dalle direttive del Governo.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl