MENU

VAL TANARO

Nava: autista del bus ferito al volto da un passeggero

Il fatto sulla tratta Imperia-Ceva, le reazioni dal mondo politico

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Nava: autista del bus ferito al volto da un passeggero

Ha sporto denuncia ieri mattina Marco Peirano, l’autista del bus che giorni fa è stato colpito da un passeggero del bus Imperia-Ceva che gli ha sferrato un pugno al viso, spaccandogli gli occhiali e ferendolo al naso.

«Un ragazzo straniero, forse uno dei migranti alloggiati presso le ex colonie di Nava, mi ha tirato un pugno al viso perché non ho potuto bloccare il bus alla sua fermata». Così l’uomo riassume quanto gli è accaduto mercoledì, durante la corsa da Imperia delle 14.35.

Immediate le reazioni della politica: «È l’ennesimo fatto grave ai danni di chi svolge il proprio lavoro - dice il segretario Lega Ceva Val Tanaro, Giorgio Bove -. Mi auguro che l’autore del gesto, e coloro che gestiscono il business dell’accoglienza, responsabili di queste persone, paghino davanti alla legge».

Il senatore Giorgio Bergesio, Lega: «Solidarietà a Marco per quanto accaduto, frutto della politica pericolosa del Governo. La falsa accoglienza unita al mito della sanatoria dei clandestini, voluta dal ministro Bellanova, da spazio a migranti la cui storia personale ha caratteristiche delinquenziali più che lavorative. E la nostra terra è ormai campo minato su questo fronte. L’intolleranza dei clandestini verso noi italiani emerge quotidianamente».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl