MENU

Garessio e Pamparato formano una nuova Unione Montana

Il Comune dell’Alta Val Tanaro l’ha reso noto in consiglio comunale: 3 voti contrari dell'opposizione

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Garessio e Pamparato formano una nuova Unione Montana

Il consiglio comunale di Garessio, fuori dall'Unione della Val Tanaro

GARESSIO – Il Consiglio comunale di Garessio, con 10 voti a favore e 3 contrari (i consiglieri di opposizione Anna Nasi, Renza Roberi e Isaac Carrara) ha espresso parere favorevole al progetto di costituzione di una nuova Unione montana con il Comune di Pamparato. “Con successivi provvedimenti saranno approvati la costituzione e lo statuto dell’ente”, ha spiegato il sindaco Ferruccio Fazio.

L’assemblea ha preso inoltre atto che il 27 dicembre è “scattata” automaticamente l’uscita di Garessio dall’Unione montana della valle Tanaro, ad un anno dalla delibera con cui il paese aveva espresso l’intenzione di lasciare l’Unione guidata da Giorgio Ferraris se quest’ultima non avesse accettato le condizioni poste da Garessio, la modifica allo Statuto sul preavviso di recesso di un Comune da un anno a un mese, l’impegno dell’Unione a distribuire i fondi Ato in modo proporzionale al numero degli abitanti e al territorio e la ridiscussione della presidenza dell’Unione.

“In un anno, l’Unione montana non ci ha mai chiesto un incontro per esaminare e discutere questi punti. Si è solo limitata a prenderne atto. Un segnale chiaro”, il commento dei consiglieri di maggioranza. “La collaborazione, però, con gli altri Comuni resta ottima”, ha precisato Fazio.

“Quanto conterà questo nuovo ente, che con difficoltà raggiunge i 3.000 abitanti, soprattutto fra qualche anno quando potrebbero cambiare certi personaggi di rilievi nelle stanze dei bottoni? – ha chiesto il consigliere di minoranza Isaac Carrara -.Io sono giovane e ho sempre visto il mio futuro in questa valle. Dispiace dirvi che lo scenario che si sta delineando è lontano dalle mie speranze per Garessio e la valle, che dovrebbe essere unita e lavorare in sinergia, senza desueti campanilismi”.

Novità anche per i due ponti del paese. Per quanto riguarda il ponte sulla 582, Fazio ha confermato che probabilmente già entro gennaio verrà abbattuto. Sul nuovo ponte Odasso il sindaco ha annunciato: “Abbiamo affidato a Giorgetto Giugiaro l’incarico di fornirci una bozza, gratuita, di un “concept” del nuovo ponte, che presenteremo alla popolazione probabilmente il 12 gennaio, alla presenza dello stesso Giugiaro. Mi sto occupando del finanziamento dell’opera con la Giunta regionale”.

I dettagli della serata sull’edizione cartacea di Provincia granda della prossima settimana.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl