MENU

Pika, la gazza ladra “rapita”: responsabile individuato da carabinieri forestali e polizia locale

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Pika, la gazza ladra “rapita”: responsabile individuato da carabinieri forestali e polizia locale

Da circa un anno, nell’abitato di Ceva, vive una gazza ladra che ha preso confidenza con le persone. Ogni cebano la conosce per averla avvicinata, nutrita o solo per averla chiamata per nome ottenendone sempre risposta. Nella mattinata di San Giuseppe, venerdì scorso, una persona con un fuoristrada ha pensato di catturala. Il fatto ha creato tensione nei cittadini cebani che, attraverso i social network, hanno espresso il loro disappunto per il fatto. Attivata dall’Associazione Nazionale Carabinieri i Forestali di Ceva hanno effettuato alcuni accertamenti. Nel giro di due giorni, i militari, in collaborazione con la Polizia Locale, hanno rintracciato il trasgressore e lo hanno deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto venatorio. Infatti gli esemplari di avifauna rientrano nel patrimonio indisponibile dello Stato: chi non essendo cacciatore cattura uno di questi esemplari incorre nel reato di furto aggravato di avifauna ai danni del patrimonio indisponibile dello Stato. Non si esclude che il volatile possa tornare nei luoghi “abituali” visto che è stata nel frattempo probabilmente liberata dallo stesso soggetto, resosi conto della violazione commessa.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl