MENU

Il sindaco di Nucetto propone la riduzione dei costi autostradali per i Tir - Con il Tenda chiuso, la Statale 28 in Val Tanaro è sempre più intasata

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Il sindaco di Nucetto propone la riduzione dei costi autostradali per i Tir - Con il Tenda chiuso, la Statale 28 in Val Tanaro è sempre più intasata

VALLE TANARO - Con il Tenda chiuso, la statale 28, strada di collegamento privilegiata tra basso Piemonte e Liguria, è sempre più intasata dal traffico, specie quello pesante. Una situazione che sta diventando insostenibile, con il traffico ormai raddoppiato, e che si trascina ormai da decenni, nonostante dei tre grandi lavori attesi almeno dal ’94 esista già il progetto esecutivo (sul tratto Mombrignone-Nucetto, 20 milioni, tra Cave di Bagnasco e Priola, 10,6 milioni, e a Eca Nasagò, Ormea, 9,4 milioni). Intanto proseguono gli interventi per riparare i danni causati dall’ultima alluvione, con i relativi cantieri e semafori. Di qui la decisione presa dal presidente dell’Unione montana Alto Tanaro, Giorgio Ferraris, di scrivere a nome dei Comuni della valle al Prefetto per chiedere di intervenire sui vari problemi alla circolazione, come le difficoltà invernali causate dai camion bloccati in zona Rocchini con le conseguenti lunghe code di veicoli fermi. Una situazione difficile destinata a complicarsi ulteriormente con la futura apertura del traforo Cantarana-Armo.

“Ridurre i costi per i tir sulle autostrade”, è la proposta del sindaco di Nucetto, Enzo Dho, che spiega: “I camion passano qui per evitare i pedaggi salati dell’autostrada Torino-Savona. Riducendo i costi si potrebbe dare una boccata d’aria alla valle”.

La questione, in valle e non solo, è dibattuta.

"Come ripeto da tempo, la statale 28 è fondamentale per i collegamenti tra Piemonte e Liguria – è il commento del segretario Lega di Ceva e Val Tanaro Giorgio Bove, che da tempo chiede di sbloccare la situazione -. Già adesso con il Tenda interrotto il traffico pesante diretto in Liguria e Francia transita in valle Tanaro. Una situazione destinata ad aggravarsi ancora più in futuro, con la realizzazione del traforo Cantarana-Armo. Non possiamo più aspettare interventi promessi, programmati e mai realizzati. Ora che la Lega è nuovamente al Governo e al ministero delle Infrastrutture c'è il viceministro Morelli, i nostri rappresentanti del Cuneese, il senatore Giorgio Maria Bergesio e l'onorevole Flavio Gastaldi, hanno un'arma in più per portare avanti la questione che si trascina da anni".

“Con il viceministro alle Infrastrutture Morelli stiamo monitorando attentamente la situazione al fine di trovare le risorse necessarie tramite l’Anas per la messa in sicurezza, l’ampliamento e la manutenzione della statale – riferisce il senatore Giorgio Maria Bergesio, Lega -. Su questa statale, così fondamentale per i collegamenti tra Piemonte e Liguria, occorre una forte attenzione. Ci siamo assunti l’impegno di arrivare a definire una proposta importante per quella che oggi è l’arteria più veloce tra le due regioni. Abbiamo chiesto inoltre di inserire il traforo Cantarana-Armo tra le opere da finanziare con il Recovery Plan. Condivido la preoccupazione degli amministratori, degli abitanti e delle imprese della valle Tanaro a cui, con gli altri rappresentanti della Lega del Cuneese, siamo vicini, così come accade per altre realtà della nostra Provincia”.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl