MENU

PAROLE DI... DONNA

Carofiglio, "Rancore": la storia di una donna che incanta

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Carofiglio, "Rancore": la storia di una donna che incanta

Torna Penelope Spada, felice creatura frutto dell’abile penna di Gianrico Carofiglio, nel libro intitolato "Rancore". Elegante, scritto con una prosa precisa, raffinata e tecnica. Un romanzo che risente della precedente professione di magistrato dell’autore.

In questo libro un barone universitario, ricco e molto potente, massone, muore improvvisamente. Il referto parla di cause naturali. La bella moglie, di trent’anni più giovane, lontano in Toscana. La figlia di primo matrimonio ha dei dubbi, ed accusa la matrigna. Non può che rivolgersi a Penelope Spada, un ex pm, con un mistero alle spalle, e un presente di quieta disperazione, che afferma:

       “Le mie dissonanze, i miei materiali disarmonici in un equilibrio tra loro”.

Lei che è troppo presa da un

       “Inseguimento tardivo dei miei fantasmi”,

ha quasi la certezza di non scoprire nulla di che. Con il proseguo dell’indagine, però, tutto muta e diventa una drammatica resa dei conti con il passato, un appuntamento sempre rimandato con il destino e l’impossibilità concreta di mutarlo. Quindi com’è morto davvero Vittorio Leonardi? Perché Penelope è stata costretta ad abbandonare la magistratura?

Una lettura per chi ama il thriller giudiziario, competente e di qualità, fondato su di una figura di donna che incanta e convince appieno. 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl