Cerca
Mondovì
2017-06-18
condividi
Il candidato del Pd ribadisce l’esclusione di qualunque tipo di accordo Garello e Adriano al ballottaggio
Elezioni a Mondovì, Tarolli: «Sconfitto,

ma non cerco alcun apparentamento»

MONDOVI' - Ad una settimana di distanza dal voto, Stefano Tarolli, candidato a sindaco per il Pd ringrazia elettori e collaboratori, prende le distanze dalla Lega Nord per quanto riguarda le idee su “ius soli” ed integrazione dei migranti. Poi annuncia: nessun apparentamento o accordo con Garello e Adriano, candidati ancora in gara al ballottaggio di domenica.

Tarolli rappresenta il primo partito cittadino, il Partito Democratico: 406 monregalesi hanno espresso un voto secco su di lui, 2383 persone hanno scelto le sue liste.

Sulla scelta di non apparentarsi: «Ho sempre cercato di orientare il mio percorso politico su basi di coerenza e linearità di pensiero. Quindi non posso che confermare che in questi giorni non ho né ricercato né accettato apparentamenti o accordi informali con le due coalizioni giunte al ballottaggio: la nostra era una proposta, chiara e netta, di cambiamento per la città, diversa ed alternativa alle posizioni dei due candidati ancora in corsa, l’avvocato Adriano e la professoressa Garello. Mi rammarica, tra il resto, vedere come nella prima settimana della seconda fase di campagna i candidati a sindaco si siano concentrati più su questioni politiche nazionali e sulle vicende interne al Partito Democratico che sui reali problemi della città.

Anche sulla possibile composizione delle due giunte tutto tace. Ma, quindi, il cambiamento di entrambi gli attuali schieramenti rispetto al passato qual è?

E ancora: «In conclusione, ringrazio profondamente tutte le persone che, a vario titolo, mi hanno accompagnato in questa avventura: Michela, mia madre e mio fratello, i miei familiari ed i miei amici, i 48 candidati al Consiglio Comunale, i miei collaboratori. Il loro sincero, ed incondizionato, sostegno rappresenta un grande motivo di gioia in questo momento di sconfitta.

La nostra città non mi ha scelto ed io rispetto il risultato. Ma la speranza che, prima o poi, il vento possa cambiare davvero anche a Mondovì non muore certo con queste elezioni».

Politica elezioni Mondovì Tarolli
ULTIME NEWS
Mondovì
Sulla chiusura del cinema per inagibilità, interviene il gestore che parla di “accanimento”
Mondovì
Cessa la convenzione con Niella Tanaro: primo passo verso la sostituzione di Armone Caruso?
Ceva
Invitati dal tenente colonnello Anania, responsabile cebano
SOCIAL
IL FONDO
Una notizia buona, nella sua drammaticità, c’è e riguarda la memoria. Il 19 luglio 2017 non sarà ricordato perchè...