Cerca
Monregalese
2017-10-11
condividi
Stazione ferroviaria di San Michele:

ritinteggiata la facciata

ma nessuna prospettiva futura

Voci disparate sui “social” - Dal Comune: «Al momento non è utilizzabile»

SAN MICHELE MONDOVÌ - La stazione ferroviaria di San Michele, in stato di abbandono da anni, ha avuto una “rinfrescata”: è stata ritinteggiata la facciata dell’edificio (anche se solo a metà) e sistemata l’area circostante. Questo, però, non significa che esistano prospettive di riutilizzo future, almeno non a breve termine.

«Semplicemente come Comune - dice il consigliere Daniele Aimone -, e si parla ormai di oltre un anno fa, avevamo contattato la società Ferrovie, proprietaria dell’immobile, chiedendo di visionare i locali, ma chiedendo soprattutto un intervento».

I treni fermano ancora alla stazione di Vicoforte San Michele ma l’edificio è chiuso ormai da anni. Le porte murate, per evitare atti di vandalismo o bivacchi. Una situazione simile a quella di tante altre strutture simili abbandonate. E che cadono in rovina, un pezzo alla volta.

«Qualche mese fa c’è stato un sopralluogo, con i tecnici delle Ferrovie - racconta Aimone -. Da parte nostra lo scopo era solo quello di rendere il luogo più dignitoso. Sia per i nostri pendolari che ancora prendono il treno qui, sia per chi in treno passa e magari si faceva una brutta immagine del nostro paese». La risposta delle Ferrovie era stata: “Appena possibile manderemo una squadra di operai”. Nei giorni scorsi la stazione ha visto migliorare il suo aspetto: è stata ritinteggiato l’edificio, ma solo fino al primo livello, e “rimessa in sesto” la scritta. Sui social sono subito partiti i commenti. Ma tutte le voci di un possibile riutilizzo (c’è anche chi ha fatto un’allusione al fatto che diventi un “albergo”, sottinteso per ospitare i migranti) sembrano fantascientifiche [...]

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
stazione san michele ridipinta futuro
Articolo scritto da:
m.g.
SOCIAL
IL FONDO
Quattro bandiere della Nord Corea e ugual numero con stelle e strisce sullo sfondo, due capi di stato in primo piano: uno con i caratteri orientali...