Cerca
Monregalese
2017-10-11
condividi
Stazione ferroviaria di San Michele:

ritinteggiata la facciata

ma nessuna prospettiva futura

Voci disparate sui “social” - Dal Comune: «Al momento non è utilizzabile»

SAN MICHELE MONDOVÌ - La stazione ferroviaria di San Michele, in stato di abbandono da anni, ha avuto una “rinfrescata”: è stata ritinteggiata la facciata dell’edificio (anche se solo a metà) e sistemata l’area circostante. Questo, però, non significa che esistano prospettive di riutilizzo future, almeno non a breve termine.

«Semplicemente come Comune - dice il consigliere Daniele Aimone -, e si parla ormai di oltre un anno fa, avevamo contattato la società Ferrovie, proprietaria dell’immobile, chiedendo di visionare i locali, ma chiedendo soprattutto un intervento».

I treni fermano ancora alla stazione di Vicoforte San Michele ma l’edificio è chiuso ormai da anni. Le porte murate, per evitare atti di vandalismo o bivacchi. Una situazione simile a quella di tante altre strutture simili abbandonate. E che cadono in rovina, un pezzo alla volta.

«Qualche mese fa c’è stato un sopralluogo, con i tecnici delle Ferrovie - racconta Aimone -. Da parte nostra lo scopo era solo quello di rendere il luogo più dignitoso. Sia per i nostri pendolari che ancora prendono il treno qui, sia per chi in treno passa e magari si faceva una brutta immagine del nostro paese». La risposta delle Ferrovie era stata: “Appena possibile manderemo una squadra di operai”. Nei giorni scorsi la stazione ha visto migliorare il suo aspetto: è stata ritinteggiato l’edificio, ma solo fino al primo livello, e “rimessa in sesto” la scritta. Sui social sono subito partiti i commenti. Ma tutte le voci di un possibile riutilizzo (c’è anche chi ha fatto un’allusione al fatto che diventi un “albergo”, sottinteso per ospitare i migranti) sembrano fantascientifiche [...]

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
stazione san michele ridipinta futuro
Articolo scritto da:
m.g.
ULTIME NEWS
Mondovì
Sindaco Adriano e assessore Carboni: «Premiata una progettualità complessiva: 1,5 milioni di euro»
Mondovì
Nel Natale 2014 distrussero parte del locale
SOCIAL
IL FONDO
La vicenda delle restituzioni farlocche dei parlamentari Cinque Stelle fa riflettere su molti aspetti. Uno, tecnico, dice che il servizio delle Ien...