Cerca
Pesio Bisalta
2017-10-12
condividi
Morozzo e Rocca de' Baldi in mostra per la giornata FAI
Unici Comuni della Granda (con Verzuolo) scelti per l'iniziativa di carattere nazionale

 

MOROZZO/ROCCA DE’ BALDI – Morozzo e Rocca de’ Baldi partecipano domenica alla giornata Fai d’Autunno. Un’iniziativa che si abbina alla raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, attiva fino al 31 ottobre. Nella “Granda”, gli oltre 50 volontari del FAI propongono due diversi itinerari, per dare la possibilità a tutti di trovare spunti di interesse diversi. Ogni luogo è visitabile con un contributo facoltativo (5 euro per ogni itinerario eccetto i luoghi esclusivi), a sostegno dell’attività della Fondazione. A Morozzo e Rocca de’ Baldi, i volontari della Delegazione FAI Cuneo invitano il pubblico “Fra arte e natura”, andando alla scoperta di luoghi immersi in un paesaggio naturale genuino e originale, con una grande valenza storica e artistica. Un percorso che farà scoprire le origini medievali dei due paesi.

I LUOGHI VISITABILI

Saranno visitabili (dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18), a Morozzo, la Cappella di Santo Stefano, che conserva, nel catino absidale, un curioso ciclo di affreschi risalente all’epoca tardogotica (1400) di una bellezza rara, che raffigura la vita del santo, e testimonia l’antica presenza di un monastero agostiniano del XI secolo; il santuario del Bricchetto, con gli affreschi mariani del ‘400: ricostruito verso la metà del XV secolo, fu ampliato e modificato in seguito. Nel 1826 la facciata fu ricostruita in mattoni in forme neogotiche e venne alzato un piccolo campanile.

[...]

A Rocca de’ Baldi occhi puntati sul Castello dei Marchesi Morozzo della Rocca in piazza Pio VII. In origine fu un edificio a carattere prettamente difensivo, costituito da una torre del XIII secolo a merlatura ghibellina con funzione di porta di ingresso al borgo, e da alcune stanze adiacenti.

Porte aperte anche alla Chiesa di San Marco, con l’altare barocco più bello del Piemonte. Consacrata nel 1517, la chiesa è composta da una navata centrale e due laterali probabilmente un tempo in stile romanico-gotico; nel 1725, per opera dell’architetto Francesco Gallo, venne profondamente trasformata, assumendo le attuali forme barocche

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
giornata fai morozzo rocca de' baldi
Articolo scritto da:
m.ber
ULTIME NEWS
Mondovì
Nel fine settimana non tutti i negozi aderiranno alle promozioni da venerdì a domenica
SOCIAL
IL FONDO
“Metterci la faccia”, in fondo, non è difficile. C’è una campagna efficace, uno slogan, bravi fotografi, le luci. L...