Cerca
Monregalese
2017-10-13
condividi
Quasi 4 milioni di euro per i fabbricati d’alpeggio della Granda
Ecco i Comuni della nostra zona che ne beneficeranno

MONREGALESE - Quasi 4 milioni di euro per i fabbricati di alpeggio della Granda, attraverso il Programma di Sviluppo Rurale (Psr) 2014-2020. Durante le scorse settimane i tecnici del settore regionale Sviluppo della Montagna e Cooperazione Transfrontaliera, recependo i criteri stabiliti dalle delibere della Giunta Chiamparino, su proposta dell’assessore, Alberto Valmaggia, hanno approvato le graduatorie della 4.3.4 e della 4.3.3, relative, rispettivamente, alla viabilità di accesso e alla costruzione di nuove infrastrutture al servizio delle aree montane di pascolo. Gli stessi tecnici, seguendo sempre gli indirizzi dell’esecutivo piemontese, nei giorni passati hanno terminato la verifica delle domande che interessano la misura 7.6.1, il cui obiettivo è il miglioramento dei fabbricati di alpeggio. I progetti dovevano riguardare il restauro e la riqualificazione degli edifici rurali e delle loro pertinenze, con lo scopo anche di ripristinarne la funzionalità e la fruibilità originaria; la realizzazione di locali e di strutture di ampliamento o di completamento dell’esistente; il miglioramento del rendimento energetico delle strutture; la costruzione e il potenziamento di impianti di approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili e di opere per la raccolta e la distribuzione dell’acqua sia al servizio dei fabbricati che per abbeverare gli animali; gli investimenti per diversificare l’attività in settori extra-agricoli (agriturismo, sviluppo integrato con il turismo montano, servizi educativi, sociali, didattici e per il tempo libero), ma fermo restando l’obbligo di proseguire il lavoro agricolo di alpeggio. Alla gara potevano partecipare i Comuni, le Unioni di Comuni e i privati proprietari dei fabbricati.

Chi ne beneficerà

I beneficiari della zona, in ordine di graduatoria, sono: Comune di Monastero Vasco (proprietà a Frabosa Soprana, contributo erogabile di 84.094,47 euro); Comune di Magliano Alpi (proprietà in valle Corsaglia, contributo erogabile di 180.000 euro); Comune di Villanova Mondovì (proprietà a Roccaforte Mondovì, contributo erogabile di 112.576,67); Comune di Mondovì (proprietà a Roccaforte Mondovì, contributo erogabile di 178.728,98 euro); Comune di Frabosa Sottana (170.215,40 euro); Comune di Garessio (141.037,20 euro); Società Agricola Eredi di Rastello di Marinella Pioppi (proprietà a Roccaforte Mondovì, contributo erogabile di 100.000 euro); Comune di Pamparato (63.301,29 euro); Comune di Montaldo Mondovì (proprietà a Frabosa Soprana, contributo erogabile di 90.363,57 euro); Comune di Viola (168.053,92 euro); Comune di Roburent (150.544,68 euro); Comune di Frabosa Soprana (144.000 euro).

Parla l'assessore Valmaggia

«Con questa terza misura del Psr riservata agli alpeggi - dichiara l’assessore regionale allo Sviluppo della Montagna, Alberto Valmaggia - favoriamo gli investimenti sui fabbricati utilizzati dai malgari, con l’obiettivo di mantenerne e migliorane la funzionalità nel rispetto della loro particolare connotazione architettonica e paesaggistica. Il recupero conservativo delle strutture consente di ottenere due scopi: garantire la continuazione dell’attività tradizionale della transumanza estiva che, mantenendo l’equilibrio vegetativo del pascolo in quota, assicura, di conseguenza, la conservazione delle stesse zone montane come elemento paesaggistico di pregio».

ULTIME NEWS
Mondovì
Nel fine settimana non tutti i negozi aderiranno alle promozioni da venerdì a domenica
SOCIAL
IL FONDO
“Metterci la faccia”, in fondo, non è difficile. C’è una campagna efficace, uno slogan, bravi fotografi, le luci. L...