Cerca
Mondovì
2017-12-18
condividi
Nella foto, il complesso delle Ex Orfane a Piazza
E’ uno dei “Progetti Faro” che si è aggiudicato il contributo più importante
Mondovì l’ha spuntata: 2 milioni di euro dalla Fondazione Crc

Per il progetto “Liber” incentrato sul libro e sul recupero delle Ex Orfane

Il sindaco Adriano: “La decisione premia il territorio monregalese ed il suo sviluppo culturale. Apprezzata la filosofia alla base della candidatura della nostra città”

MONDOVI’ – La decisione è ufficiale: il progetto delle ex Orfane otterrà i 2 milioni di euro per la sua realizzazione. La Fondazione Crc ha scelto i “Progetti Faro” da finanziare, uno per ogni area della “Granda”: Albese, Cuneese e Monregalese. Per quest’ultimo la scelta è ricaduta sull’iniziativa per la quale si è discusso parecchio, soprattutto dopo le interrogazioni in consiglio comunale da parte dell’opposizione. Il bando per la selezione, solo nel Monregalese, comprendeva il Campus dell’Arte di Dogliani, il progetto E Byke outodoor dell’Unione Montana Alta Val Tanaro (che sarà preso in considerazione dalla Fondazione insieme all’Albese) e quello dell’Unione del Mondolè sull’innevamento programmato per le stazioni sciistiche. L’ha spuntata lo spostamento della Biblioteca. Un’idea avviata dall’ex sindaco Stefano Viglione, ma proseguita dall’attuale amministrazione comunale (sindaco Paolo Adriano) che ha spostato l’attenzione del progetto soprattutto sui contenuti, coinvolgendo anche l’ex sede del tribunale di Mondovì. Tanto che il progetto dell’amministrazione Adriano, in realtà, si chiama “Liber”: in un unico luogo (un polo culturale) si concentrerà il patrimonio storico – culturale legato al tema del libro

Spostare la biblioteca dall’attuale sede alle Orfane (progetto di Viglione) poneva problemi tecnici, secondo Adriano: la messa in sicurezza (in un locale privato, del Casati – Baracco) costerebbe circa 350 mila euro, una profonda ristrutturazione 800 mila. «Costi elevati – ha detto Adriano -, mentre si potrebbe valorizzare l’ex tribunale, palazzo storico con ambienti importanti e di grande rilievo architettonico. Il Fondo Storico della Biblioteca potrebbe trovare sede alle ex Orfane, insieme al Museo della Stampa, l’Archivio Storico resterebbe al Palazzo di Città». C’è anche l’idea di ristrutturare l’ex parcheggio (dei magistrati), lato Breo, per farne un’area di carattere culturale, valorizzando anche il percorso delle meridiane, di cui il Palazzo dei Gesuiti è testimonianza. Nell’ex tribunale si dovranno fare i conti con i locali in cui ancora oggi sono conservati i vecchi faldoni dei procedimenti e parte dello spazio, com’è noto, è già occupato da Giudici di pace e Regione.

Uno dei criteri di scelta della Fondazione Crc è la sovra territorialità delle idee presentate. Il Sistema Bibliotecario di Mondovì “copre” un’area culturale estesa. «Il sostanzioso controllo – dice il presidente della Fondazione Crc Giandomenico Genta – è uno stimolo importante in un’ottica di sviluppo di tutto il territorio provinciale».

LA DICHIARAZIONE DEL SINDACO PAOLO ADRIANO

“La decisione della Fondazione Crc premia il nostro territorio e promuove il suo sviluppo culturale: rappresenta una conferma della proposta avanzata dalla Città di Mondovì, diretta alla conservazione del patrimonio librario dell’intera area ed alla sua crescente diffusione, mediante l’utilizzo di tecniche innovative e moderne tecnologie. Il successo del progetto Liber, promosso dal Comune di Mondovì, è, dunque, il successo di tutto il Monregalese. Oggi è il giorno dei ringraziamenti: grazie, anzitutto, alla Fondazione Crc, per il costante impegno dedicato alla crescita ed alla promozione delle realtà locali; grazie ai numerosi Comuni ed Enti per la fiducia che hanno garantito all’iniziativa, sostenendone in maniera convinta la candidatura; grazie alla squadra che ha lavorato in questi mesi alla progettazione”: il sindaco di Mondovì, Paolo Adriano, esprime soddisfazione per l’avvenuta assegnazione dei fondi del bando “Interventi Faro”. “Siamo davvero lieti e grati – aggiunge il primo cittadino – per la decisione della Fondazione Crc di premiare la filosofia alla base del nostro progetto: l’obiettivo era unire antico e moderno, storia e tecnologia, in un connubio inedito che ci consentirà di progredire, insieme, verso il futuro, conservando le radici saldamente ancorate al nostro passato. Nell’edificio delle Ex Orfane, a Mondovì Piazza, troverà casa il cuore di un sistema che coinvolgerà una rete di trenta biblioteche, oltre a Comuni ed associazioni locali. L’itinerario dedicato al libro nelle sue varie declinazioni sarà, inoltre, completato dal trasferimento del fondo storico cittadino, dalla realizzazione di uno spazio polifunzionale, con sale ed aree dedicate al pubblico, e dal Museo della Stampa con i suoi laboratori (che verranno sistemati al piano terra dello stabile), perché la cultura è, prima di tutto, opportunità di incontro, di idee come di persone”.

Il progetto “LIBER-Polo Culturale delle Ex-Orfane, Centro rete del sistema bibliotecario del monregalese” si è classificato al primo posto tra i candidati dell’area Monregalese. Il comprensorio avrà, dunque, a disposizione un contributo della Fondazione Crc, pari a 2 milioni di euro, per la realizzazione di un sistema integrato, cui si aggiungeranno i 500 mila euro stanziati dall’Amministrazione comunale.

Progetto faro fondazione crc
ULTIME NEWS
Mondovì
Tessera di simpatizzante consegnata durante la messa per ricordare le penne nere cadute in Russia
SOCIAL
IL FONDO
Non interessa se la richiesta di “aiuto” arrivi dal dirigente scolastico, dal consigliere di minoranza o dal cittadino. L’Albergh...