Cerca
Pesio Bisalta
2018-01-24
condividi
Lorena Bellino
Elezioni, ultima settimana per decidere i candidati
Due nomi da Chiusa Pesio: Lorena Bellino per la Lega e Antonello Erbì per il PVU

 

CUNEO - Il tempo stringe: entro lunedì sera dovranno essere depositati in tribunale a Torino i nomi dei candidati nei collegi uninominali e in quelli plurinominali. Giornate di lavoro intense, dunque, per ogni forza politica, tra mediazioni, sondaggi, prove di forza e calcoli. Finora, soltanto LiberieUguali e il MoVimento5Stelle (solo per il listino proporzionale) hanno scoperto le loro carte. Lunedì sono stati svelati di nomi dei candidati cuneesi di “Potere al Popolo”: nel listino proporzionale per la Camera la capolista è Anna Cattaneo, 33 anni, di Castelletto Stura, laureata in Scienze della comunicazione, mentre al Senato Rosa Pesa, 63, gestore del circolo Arci di Roccaforte, correrà nell’uninominale (contro Cirio?) e Ivan Di Giambattista, ex sindaco di Valdieri ed ex consigliere provinciale, sarà il primo del “listino”.

Fermento in casa Lega: in via Bellerio si stanno decidendo i nominativi per i listini, mentre serve anche quello per il Collegio Cuneo 1 alla Camera (sembrerebbero tramontate le ipotesi Roberto Mellano e quella del coordinatore dei giovani padani Flavio Gastaldi, mentre si è paventata l’ipotesi Elisa Isoardi). Per il proporzionale i vertici cuneesi guidati da Giorgio Bergesio, fedelissimo di Gianna Gancia, hanno indicato un elenco di quattro uomini e quattro donne che vede in testa proprio Bergesio seguito da Paolo Demarchi (consigliere provinciale), Marco Racca e Federico Gregorio (sindaco di Narzole ed ex consigliere regionale del “Carroccio”). Tra le donne Anna Mantini (consigliere di minoranza a Fossano), la chiusana Lorena Bellino, Laura Peano e Giusy Baravalle.

Da Chiusa Pesio ci sarebbe anche un altro candidato, Antonello Erbì, fratello maggiore di Armando e presidente del Cagliari Club. Il suo nome figura nel listino del Partito del Valore Umano, nato dal COEMM, il Comitato Etico Mondo Migliore, un’associazione internazionale no profit, diretta dall’imprenditore veneto Maurizio Sarlo. Il partito, che si definisce “indipendente e altruista”, ha anche referenti regionali, provinciali e comunali. La base è formata dai salotti solidali, chiamati CLEMM: gruppi di 10 persone guidati da un capitano, che si riuniscono almeno una volta al mese.

Bocche cucite sui nomi di Forza Italia e “Noi con l’Italia”, rispetto a quelli che abbiamo scritto una settimana fa non ci sarebbero novità, in attesa del “placet” dai vertici nazionali. E il PD? La direzione regionale del partito ha preso atto delle disponibilità dei propri membri e delle indicazioni arrivate dai direttivi provinciali. Tra gli assessori regionali, possibili le candidature di Pentenero e Balocco, mentre Valmaggia ha detto di no. Balocco potrebbe essere lo sfidante di Costa nel collegio di Alba, Fossano e Mondovì, ma restano in piedi altre due candidature, quella del viceministro alle Politiche Agricole Andrea Olivero (che sostiene “Civica Popolare” dell’ex ministro Lorenzin) e quella di Chiara Gribaudo (che comunque sarà la capolista del listino proporzionale). Per il Senato circola il nome di Mino Taricco, che andrebbe a sfidare Cirio con il “paracadute” del plurinominale. 

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
elezioni candidati chiusa pesio
Articolo scritto da:
m.ber
SOCIAL
IL FONDO
“Scuole, emergenza Alberghiero, nuovo plesso scolastico”. Tutto è partito dalla riunione di lunedì mattina in Regione (pr...
VIDEOGALLERY
Nessuna videogallery inserita.