Cerca
Mondovì
2018-03-06
condividi
Polo Scolastico: i guai non finiscono,

c’è una causa con la ditta costruttrice

Contenzioso per fatture non pagate – Il Comune: «Mancano alcuni lavori»

MONDOVI’ – Il Comune di Mondovì ha nominato lo studio legale “Martinez & Partners” di Milano per difendersi in una causa che la vede contrapposta ad una delle ditte costruttrici del Polo Scolastico. Costo iniziale: 11.400 euro. La causa è riassunta nella delibera pubblicata all’albo pretorio dell’ente. Comune deve resistere in giudizio rispetto a fatture residue, in parte non liquidate, per alcuni interventi al Polo scolastico da parte della ditta. In sostanza il Comune pagherà l’azienda solo “a completa esecuzione del contratto”. Questo perchè secondo l’ente non sarebbero stati eseguiti alcuni interventi accessori (e non strutturali) che comprendono «certificati e garanzie» e «che rientrano a pieno titolo nell’impegno contrattuale sottoscritto a suo tempo e previsto da capitolato». Di diverso avviso l’Asphalt, quindi la causa. La somma in ballo si aggira intorno ai 100 mila euro.

“A suo tempo” vuol dire all’epoca dell’amministrazione del sindaco Stefano Viglione, con l’assessore ai Lavori Pubblici Enrico Rosso che si era occupato in prima persona della vicenda. La ditta è la torinese Asfalt CCp spa e la costruzione è il Polo Scolastico: tre anni di cantiere, polemiche, raccolta di firme da parte del Pd per fermarlo, poi l’inaugurazione con l’allora premier Matteo Renzi e la contestazione di alcuni monregalesi anche in quell’occasione. L’individuazione delle ditte derivava da una gara a livello europeo e la costruzione ha vinto premi per la sostenibilità ambientale ed energetica. Per far posto al Polo si abbatterono i capannoni del deposito pullman.

Nella foto, del luglio 2013, l'ex assessore Enrico Rosso assiste all'abbattimento del deposito pullman con i tecnici dell'Asphalt: si fa posto al Polo Scolastico

 

SOCIAL
IL FONDO
Quattro bandiere della Nord Corea e ugual numero con stelle e strisce sullo sfondo, due capi di stato in primo piano: uno con i caratteri orientali...