Cerca
Ceva
2018-03-27
condividi
Consiglio comunale sul piano finanziario dei rifiuti
Ceva approva la tariffa Tari,

il costo dei rifiuti ammonta a 838.730 euro

CEVA – Martedì sera il Consiglio comunale ha approvato il Piano finanziario della Tari, la tariffa rifiuti, per il 2018. «Ogni anno – ha spiegato il sindaco Alfredo Vizio - l’Acem, l’azienda che raggruppa 87 Comuni, invia ad ogni Comune il piano finanziario che indica sia la quota di costo della gestione di raccolta e conferimento dei rifiuti sia la parte relativa allo smaltimento. Per il 2018 l’aumento dei costi complessivi è stato coperto con l’aumento del costo dell’indifferenziata, che per tutti i Comuni passa da 125 euro a 129 euro a tonnellata. Per Ceva il costo dei rifiuti passa da 831.000 euro a 838.730 euro».

Per quanto riguarda la determinazione delle tariffe della tassa rifiuti per il 2018, Vizio ha aggiunto: «La “bolletta” a carico del Comune, che ammonta a 838.730, verrà ripartita tra le 3.819 utenze cebane, di cui 3.085 sono utenze domestiche e 734 non domestiche. Le scadenze sono il 31 luglio e il 31 ottobre».

Al punto successivo l’amministrazione ha scelto di destinare il 10% degli oneri di urbanizzazione secondaria ad interventi su edifici di culto: 1.679 euro verranno quindi destinati alla chiesa parrocchiale dei Poggi Santo Spirito e alla chiesa di San Bernardino.

Il consiglio è proseguito con l’approvazione dello scioglimento della convenzione di segreteria comunale tra i comuni di Ceva, Lesegno, Sale Langhe, Castelnuovo Ceva, e l’istituzione di una nuova convenzione in cui si aggiunge il Comune di Torre Mondovì.

Infine il prospetto di verifica del rispetto dei vincoli di finanza pubblica del pareggio di bilancio 2018/2020 è stato riapprovato con il nuovo modello approvato dalla commissione Arconet a gennaio.

Tutti i punti sono stati approvati all’unanimità.

SOCIAL
IL FONDO
La musica “trap” piace molto ai nostri giovanissimi. Alle loro feste si sente soprattutto quella. In molti chiedono, nei giorni della t...