Cerca
Mondovì
2018-03-29
condividi
Mondovì, profugo aggredisce forze dell’ordine:

ferisce agente della Polizia Locale, arrestato

MONDOVI’ – Urlava fasi sconnesse, diceva di voler andare in Emilia, a Bologna. Dalle frasi è passato alla minaccia del suicidio fino ad aggredire un agente della Polizia Locale. È finita che le forze dell’ordine sono riuscite a bloccarlo arrestandolo e portandolo via con l’ausilio del 118. È accaduto mercoledì era, a Mondovì. Un profugo, di origine nigeriana, intorno alle 20,30, è stato notato nella zona dell’ex Molino Indemini per il suo atteggiamento nervoso: si rivolgeva in modo violento alle persone, gridava. Sono state avvisate le forze dell’ordine. I vigili del fuoco ed i carabinieri hanno raggiunto il posto, l’uomo ha cercato di scappare verso via Cornice, dopo aver minacciato di buttarsi nel torrente Ellero. Ci sono stati momenti di tensione, soprattutto quando uno degli agenti di Polizia Locale è stato aggredito e ferito. Inseguito, il profugo si è rifugiato in un giardino all’interno di un condominio, poi arrestato dai vigili di Mondovì.

L'uomo era ospitato all'hotel "Galassia" di Frabosa Sottana con decreto del prefetto di revoca delle misure di accoglienza. 

Mondovì aggressione vigile carabinieri profugo
SOCIAL
IL FONDO
Ora che il “Black Friday” è passato ed archiviato ne possiamo scrivere senza tema di essere indicati come “quelli che...&r...