Cerca
Mondovì
2018-03-28
condividi
“Infinitum” vuol riaprire

il passaggio segreto dei Gesuiti

MONDOVI’ – Un suggestivo passaggio segreto tra due palazzi medievali: si vorrebbe riaprire riscoprendo i legami fra storia, tradizione medievale, misteri. Accade a Mondovì, dove si attende la presentazione Il progetto comunale “Infinitum” che potrebbe avvalersi di una “chicca” storica per la città di Mondovì. L’iniziativa del Comune sarà dedicata al ciclo pittorico della chiesa della Missione, da rilanciare con un percorso fatto di nuove tecnologie e strumenti multimediali. Ora emerge l’intenzione di riaprire un passaggio segreto a tutti. Si tratta del ponte sospeso che collegava il Palazzo dei Gesuiti, ex tribunale penale e civile, oggi sede delle auel del Giudice di Pace e degli uffici regionali, e la stessa Chiesa della Missione (o di San Francesco Saverio), custode dei tesori e delle prospettive di Andrea Pozzo. Un legame forte, perchè San Francesco Saverio fu il gesuita e missionario spagnolo, proclamato santo nel 1622 da papa Gregorio XV e il Palazzo che si affaccia su piazza Maggiore fu voluto per racchiudere i saperi della scienza dalla setssa Compagnia dei Gesuiti presente a Mondovì dalla metà del Cinquecento. Ora l’iniziativa ideata dall’assessore comunale alla Cultura Luca Olivieri vorrebbe riaprire il passaggio, inserendolo nel percorso di “Infinitum”.

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
SOCIAL
IL FONDO
Ora che il “Black Friday” è passato ed archiviato ne possiamo scrivere senza tema di essere indicati come “quelli che...&r...