Cerca
Mondovì
2018-04-26
condividi
Presente anche il Baruffi con l'evento ‘Piazza insolita’
Mondovì diventa ‘smart’,

presentate le iniziative digitali

ECCO TUTTE LE POSSIBILITÀ DI UTILIZZO

Carta d’identità digitale, Facebook, My Proteo, news ed altro ancora

MONDOVÌ - Accessibile, integrato, efficace e, soprattutto, più vicino ai cittadini: sarà il Comune di Mondovì, grazie ad un piano di interventi che si propone di accrescere la trasparenza ed efficacia dell’azione amministrativa. La politica di progressiva digitalizzazione dell’Ente, avviata nei mesi scorsi, presenta i nuovi strumenti attivati: le applicazioni “Municipium” e “MyProteo” che, assieme alla pagina Facebook istituzionale, andranno ad integrare l’offerta del portale internet del Comune. Novità anche sul fronte dei servizi, con l’avvio dell’iter per l’attivazione del rilascio della Carta d’Identità Elettronica. Una piccola rivoluzione che investe gli uffici di corso Statuto, come spiegano il sindaco, Paolo Adriano, e l’assessore all’Innovazione, Luca Robaldo: “Oggi presentiamo quattro tappe di un percorso che punta a rivoluzionare i rapporti tra cittadini ed amministratori, accrescendo le possibilità di dialogo e l’accessibilità ai servizi garantiti dall’Ente, anche in linea con il Piano triennale per l’informatica nella pubblica Amministrazione, definito dall’Agenzia per l’Italia Digitale per il periodo 2017/2019”.

Municipium: la Città a portata di app
Terminato l’iniziale periodo di prova, la nuova applicazione “Municipium” si presenta alla città. Semplice, intuitiva e gratuita, consente ai cittadini e a chiunque si trovi a Mondovì, per lavoro o per turismo, di avere tutta la città ed il suo territorio a portata di mano, rimanendo sempre aggiornati grazie alla pubblicazione di notizie, eventi ed alla sezione delle informazioni utili. Così, mentre i residenti potranno utilizzare il nuovo strumento per riappropriarsi della Città, il turista potrà scegliere itinerari di visita e consultare le mappe dei punti comunali di interesse, completi di informazioni di contatto e degli orari di apertura. Un’offerta che si integra con il biglietto unitario per l’accesso a tutti i beni turistici della Città in vendita presso l'Ufficio IAT gestito dall'Atl e con le altre iniziative “Smart”.
L’applicazione garantisce, inoltre, al Comune la possibilità di inviare agli utenti comunicazioni istantanee. “Abbiamo privilegiato l’immediatezza e l’efficacia dell’informazione – spiega l’assessore Luca Robaldo -, adottando uno strumento che ci permetterà di dialogare con i cittadini, offrendo un canale di contatto immediato in caso di emergenza o situazioni anomale: penso, ad esempio, alla chiusura momentanea di strade per lavori, alle comunicazioni legate all’attività di Protezione civile, allo sgombero neve”. La nuova piattaforma consente, inoltre, il pagamento delle multe tramite app: una funzione in via di attivazione che sarà accessibile a breve. Infine prevede la possibilità di invio di segnalazioni, geolocalizzate e corredate da immagini, per documentare eventuali situazioni per cui viene ritenuto necessario l’intervento degli uffici.
Il sindaco Adriano: “Saremo ancora più attenti alle segnalazioni  ed ai consigli, che hanno il vantaggio di indirizzare l’azione amministrativa, migliorandone l’efficacia. I cittadini, grazie a Municipium, potranno controllare lo stato dell’iter delle loro richieste, monitorando i tempi di evasione. L’applicazione mira ad affiancare e potenziare il servizio reso dal sito internet del Comune, snellendo la macchina comunale: si tratta di un primo passo verso la digitalizzazione dell’Ente, in linea con quello che è il programma di mandato dell’Amministrazione. Invitiamo tutti i cittadini a fruire del nuovo servizio che, attivo da qualche settimana in fase sperimentale, è oggi pienamente operativo. Mi piace immaginare il Comune come la casa di tutti: da oggi tutto questo sarà più vero, grazie a Municipium”.
Prodotta dalla ditta Maggioli Spa, fornitrice dei principali software attualmente in uso agli uffici comunali, l’applicazione è disponibile gratuitamente su App Store e Google Play e dialoga con tutte le tipologie di dispositivi mobili, smartphone e tablet.


Carta d’Identità Elettronica: il servizio in via di attivazione
Presso lo Sportello Unico Polivalente del Comune di Mondovì, al piano terra del Palazzo Comunale, sarà attivato il servizio dedicato al rilascio della Carta di Identità Elettronica (C.I.E.) che, progressivamente, andrà a sostituire il documento cartaceo scaduto o smarrito.
“Siamo – spiegano il sindaco Adriano e l’assessore Robaldo – in una fase organizzativa e formativa, necessaria a definire le tempistiche e modalità di attivazione del servizio. Si tratta di un percorso che ci consentirà, una volta ultimato, l’adeguamento agli indirizzi normativi”.
Non appena il sistema di emissione sarà operativo, si potrà, al fine di evitare inutili attese, procedere anche alla prenotazione mediante accesso al portale dedicato (www.cartaidentita.interno.gov.it). Per il rilascio della nuova C.I.E. bisognerà presentarsi personalmente allo sportello, esibendo il precedente documento di identità, una fotografia formato tessera e - possibilmente – anche il codice fiscale (tessera sanitaria) che consentirà l’acquisizione automatica dei dati e, quindi, una maggiore velocizzazione della procedura.
Durante il procedimento di istruttoria si provvederà - tra l’altro - all’acquisizione delle impronte digitali, salvo il caso di bambini con età inferiore a 12 anni. Sarà, inoltre, sempre possibile, per le persone maggiorenni, manifestare il proprio consenso o diniego alla donazione di organi e tessuti in caso di morte: quest’ultima informazione verrà trasmessa direttamente al Centro Nazionale Trapianti all’atto della produzione del documento.
Al termine delle operazioni di acquisizione dei dati, verrà rilasciata una ricevuta comprensiva del numero della pratica e dei codici PIN/PUK associati alla C.I.E. Realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito e dotata di un microchip che memorizza i dati del titolare, la nuova Carta d’Identità verrà spedita, entro sei giorni lavorativi, dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato all’indirizzo indicato o - in alternativa - presso la casa comunale per essere poi ritirata dall’interessato.
La validità del documento rimane invariata rispetto a quello cartacea ed il costo è pari ad euro 22,20, somma che dovrà essere corrisposta in contanti all’avvio della procedura di richiesta.
A partire dall’attivazione delle postazioni per il rilascio della C.I.E., il Comune abbandonerà l’emissione della carta d’identità in formato cartaceo, salvo i casi di reale e documentata urgenza segnalati dal richiedente per motivi di salute, viaggio, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi o gare pubbliche, oltre che nell’ipotesi di difformità tra banca dati anagrafica, anagrafe tributaria ed Indice Nazionale delle Anagrafi.

MyProteo, la tecnologia al servizio della gestione sostenibile dei rifiuti
"L'App MyProteo costituisce un ulteriore tassello della nostra proposta progettuale per una gestione sostenibile della raccolta dei rifiuti nella città di Mondovì. Fa seguito al rinnovamento delle attrezzature, del parco mezzi ed aggiunge un tratto di innovazione tecnologica che rende anche "social" la conduzione del servizio”: così dichiara il presidente della Società cooperativa Proteo, Fabrizio Clerico. Con MyProteo i monregalesi potranno acquisire tutte le informazioni necessarie per una corretta separazione dei rifiuti, verranno informati sulle novità del servizio e potranno, a loro volta, segnalare criticità o anomalie. “L’avvio del nuovo servizio - prosegue Clerico - , con il contributo degli Ecovolontari e mediante l’utilizzo di uno strumento social alla portata di tutti, prosegue il nostro percorso di transizione da un servizio pubblico a un servizio pubblico partecipato”.
“Si tratta di un vero e proprio calendario completo di istruzioni per la gestione dei rifiuti domestici e sempre a portata di mano – aggiunge l’assessore all’Ambiente, Erika Chiecchio -. Una delle principali cause di errate differenziazioni e di comportamenti scorretti è da ricercare in una carente informazione. Per questo abbiamo immaginato di affiancare alla presenza di volontari, incaricati di vigilare sul territorio sensibilizzando i cittadini, anche un nuovo mezzo social facilmente acquisibile da tutti i cellulari”.

Con la pagina “Città di Mondovì”, il Comune sbarca su Facebook
Sarà una vetrina finalizzata ad accrescere la diffusione di notizie su servizi, iniziative, opportunità turistiche e culturali: anche Mondovì, come numerose amministrazioni del territorio, sbarca sulla piattaforma social. La pagina istituzionale Facebook del Comune risponde all’intenzione dell’Amministrazione comunale di utilizzare gli strumenti di comunicazione resi disponibili dalle nuove tecnologie per fornire un’informazione più capillare. E va ad aggiungersi ad un sistema di divulgazione composto da strumenti differenti, ma complementari, studiato per raggiungere diverse fasce di popolazione. La pagina sarà utilizzata in coerenza con le funzioni e gli obiettivi fondamentali dell'Ente ed è da intendersi, accanto al sito ufficiale, come un'interfaccia aggiuntiva rispetto ai tradizionali strumenti di comunicazione, attivata per creare partecipazione, istituendo un filo diretto con l’amministrazione comunale.
Allo scopo sono state predisposte delle "regole" di comportamento contenute in un apposito disciplinare.

Baruffi e la "Piazza insolita"

Gli studenti del secondo anno del "Baruffi" di Mondovì hanno condotto la ricerca storica e artistica sugli angoli nascosti e sugli scorci insoliti del centro storico di Piazza, con l’intento di valorizzare percorsi turistici alternativi e poco noti. L'hanno chiamata "Piazza insolita".

SOCIAL
IL FONDO
Non c’è ancora il governo? L’interesse per le novità della politica sono diventate noiose e le ipotesi di ogni giorno ris...