Cerca
2018-05-21
condividi
Una vicenda complessa: udienze in tribunale a Cuneo
Incidente in un cantiere edile:

impresario a processo per lesioni e falso

MONREGALESE - Un operaio edile di origine marocchina è la persona offesa nel processo che vede imputati per lesioni colpose, omissione di soccorso e falso F.M., suo datore di lavoro e titolare di una ditta di costruzioni con sede nel Monregalese e il committente dei lavori, M.F., dell’azienda dove avvenne l’incidente il 17 giugno 2013. Secondo l’accusa sostenuta dal pm Carla Longo la vittima avrebbe mentito sulla dinamica dell’infortunio del quale era stato vittima pur di mantenere il posto di lavoroQuando il suo titolare, però, lo licenziò, due anni più tardi, lo denunciò, raccontando ciò che sarebbe realmente accaduto. “Precipitai da una botola mentre stavo lavorando nel sottotetto della ditta di F.. Mi feci male al gomito e alla schiena. Nessuno chiamò i soccorsi. Arrivò il mio titolare F.M. che mi caricò sulla sua auto per portarmi in pronto soccorso a Mondovì. Nel tragitto F.M. prima mi disse di raccontare che ero caduto a casa mia, poi mi chiese di riferire che ero scivolato accidentalmente sul pavimento presso un suo cantiere a Mondovì Piazza. Ed è quello che raccontai anche agli ispettori del lavoro”, ha testimoniato in tribunale a Cuneo l’operaio, che riportò la frattura del gomito e la rottura di tre vertebre. “Ho portato il busto per tre mesi, ho provato (....)

Articolo scritto da:
M.Br.
SOCIAL
IL FONDO
Confesso. Ho atteso prima di scrivere questo commento, perchè nell’immediatezza dei fatti della scorsa settimana temevo di non essere ...