Cerca
Mondovì
2018-05-23
condividi
Foto La Presse
Mondovì e Prato Nevoso accolgono il Giro
E' arrivato il grande giorno, tutto quello che c'è da sapere sul percorso

Ci siamo. L’attesa sta per finire. Oggi la carovana del Giro d’Italia tornerà a transitare sulle strade del Monregalese. La 18° tappa, da Abbiategrasso a Prato Nevoso, sarà la prima di un trittico decisivo per la classifica finale del Giro d’Italia. Dopo la cronometro individuale di martedì e l’arrivo a Iseo di ieri, i due grandi favoriti per la maglia rosa sembrano il britannico Simon Yates e il campione in carica Tom Dumoulin, staccato di 56’’ in classifica generale. Il primo ha il vantaggio di aver visionato direttamente la salita al Colle del Prel (soggiornò a marzo all’Albergo della Ceramica di Villanova Mondovì con il capitano della Mitchelton Scott Esteban Chaves, poi le gerarchie si sono invertite durante la corsa), il secondo sembra essere arrivato alla terza settimana con la miglior condizione. Più staccati gli altri “big”: l’italiano Domenico Pozzovivo deve recuperare 3’11’’, Froome 3’50’’ e Pinot 4’19’’. Fuori classifica, ormai, il sardo Fabio Aru, a cui è intitolato il terzultimo tornante della “salita dei campioni”: chissà che non provi proprio oggi a riscattare un Giro disastroso per lui finora. Prato Nevoso torna ad essere sede di arrivo di tappa diciotto anni dopo : nel 2000 vinse Stefano Garzelli, che come Tonkov nel 1996 si aggiudicò poi quell’edizione del Giro. A Mondovì, invece, la corsa rosa mancava dal 2012, quando vi transitò durante la tappa Savona-Cervere, vinta da Mark Cavendish.

La nostra città ospiterà il secondo traguardo volante della frazione, che mette in palio punti per la maglia ciclamino (8 al primo, 4 al secondo e 1 al terzo) e anche secondi di abbuono per la classifica generale (rispettivamente 3, 2 e 1). Vista la poca distanza dall’arrivo a Prato Nevoso (Gran Premio della Montagna di 1° categoria per la maglia azzurra del miglior scalatore, con 15 punti al primo classificato per la maglia ciclamino) può darsi, dunque, che da Mondovicino in poi si accenda la bagarre. A Mondovì, dove i corridori sono attesi poco dopo le 16, si fermerà anche la carovana rosa, con musica e gadget per il numeroso pubblico.

IL PERCORSO DI TAPPA

Partito da Abbiategrasso, il gruppo si inoltrerà nella pianura pavese, per giungere poi in Piemonte, nell’Alessandrino. Superata Casale Monferrato, la corsa “punterà” verso le Langhe: passaggio ad Alba, GPM di 4° categoria a Novello, discesa verso Lequio Tanaro e Fondovalle fino a Mondovicino. Superato l’Outlet, picchiata verso Mondovì: si passa per via Langhe, via Silvestrini, piazza Ferrero, quindi fontana della “goj” e arrivo in Corso Statuto, per il traguardo volante davanti al Municipio vestito di rosa. Quindi ponte della Madonnina, piazza Perotti, via Aldo Moro, via Rosa Bianca e si va verso Villanova. Dai Gosi comincia la salita, pedalabile fino al ponte dei bergamini, quando le pendenze si fanno più dure e iniziano i tredici tornanti. Dopo quello dedicato a Tonkov si arriva alla Conca, ma la battaglia non è ancora finita: altre cinque curve prima di raggiungere l’arrivo sulla piazza del Colle del Prel.   

La viabilità subirà numerose modifiche, con diversi tratti di strada chiusi al traffico. La Fondovalle Tanaro sarà chiusa dalle ore 13.15 alle 16.30, dal bivio di Novello e fino a Bastia. Dalle 13.40 e fino alle 17 non si potrà invece transitare sul territorio di Mondovì nelle strade interessate: via Tanaro, via Langhe, via Fracchia, via Silvestrini, piazza Ellero, corso Statuto, ponte della Madonnina, via Perotti, via Aldo Moro, via Rosa Bianca e sulla Provinciale Mondovì-Villanova. Proseguendo nel verso l’arrivo di Prato Nevoso, strade chiuse a partire dalle ore 14 dopo l’abitato di Frabosa Sottana. L’ultimo tratto di strada, cioè la salita che dal ponte dei Bergamini è già chiuso da ieri sera. La strada stretta proveniente da Fontane sarà chiusa al traffico.

A Prato parcheggio camper in piazza Dodero direzione via Boreale (10 posti); area camper a pagamento (con carico e scarico) in via Corona Boreale, fino ad esaurimento posti e sul piazzale “del Verde”. Parcheggi disabili in zona conca a Prato Nevoso e sul piazzale “del verde”. Parcheggi pullman e altri veicoli nella zona “del verde”.

La festa comincerà alle 14 con un programma di animazione e con il concerto della fanfara degli alpini per il centesimo anniversario dalla battaglia del Piave. Per l’occasione sarà garantito un servizio gratuito di trasporto con la seggiovia per chi vorrà seguire “dal vivo” gli ultimi chilometri: per raggiungere il Colle del Prel, piazzale “da Paoluccio”, dove sarà posto il traguardo. L’impianto quadriposto sarà in funzione in risalita dalle 11 alle 17. E per accogliere i ciclisti e la carovana rosa sarà riaperto anche il Prato Nevoso Village, punto di riferimento nella Conca.

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
giro italia mondovì prato nevoso
Articolo scritto da:
m.ber
SOCIAL
IL FONDO
Quattro bandiere della Nord Corea e ugual numero con stelle e strisce sullo sfondo, due capi di stato in primo piano: uno con i caratteri orientali...