Cerca
Mondovì
2018-05-26
condividi
 Via Garelli a Mondovì: pericoli seri perchè non si rispetta il divieto
Un lettore scrive alla rubrica 'DILLO A PROVINCIA GRANDA'

MONDOVI’ – Il calcolo è stato fatto in giorni qualsiasi della settimana: in media 51 auto percorrono, pur con il divieto di accesso, via Garelli in senso discendente. Due auto su cinque, a qualsiasi ora del giorno, non rispettano il divieto di accesso, creando evidenti situazioni di pericolo. L’indagine e una lettera è stata protocollata, in Comune, a Mondovì da parte di un monregalese che abita n via Tortora a nome dei residenti della zona (anche di via Carboneri). Via Garelli è la strada che congiunge il quartiere di Breo, nella zona di piazza Santa Maggiore. Si tratta di una “comoda” strada di congiungimento perchè, percorrendola, si “tagliano” le frequenti code in ingresso in città sulla statale 28 e in corso Statuto. Di fondo, c’è lo scarso rispetto di automobilisti e centauri della segnaletica verticale posta in cima alla strada. Dal 2005 (all’epoca delle discussioni su zona a traffico limitato e della costruzione della vicina funicolare) il Comune ha posto il cartello di divieto di accesso (in senso discendente, verso Breo, consentito solo a residenti ed autorizzati). Il nostro lettore Carlo Fechino torna sull’annosa questione e lamenta, come 13 anni fa, sui pericoli. Di seguito il suo intervento, rivolto al sindaco Paolo Adriano, dopo averlo posto il problema, tante volte, all’amministrazione precedente.

«La scommessa che le avevo proposto, che nel giro di 24 ore si potrebbe recuperare, con le multe per infrazione, i denari per l’acquisto di una telecamera, non era solo una battuta».

 

SOCIAL
IL FONDO
Quattro bandiere della Nord Corea e ugual numero con stelle e strisce sullo sfondo, due capi di stato in primo piano: uno con i caratteri orientali...