Cerca
Mondovì
2018-06-25
condividi
Le critiche a ‘Porti Aperti'?

«Agli italiani abbiamo sempre pensato»

La risposta alle dure critiche apparse sui social dopo la manifestazione del 16 giugno

MONDOVI’– Non ci stanno gli organizzatori della manifestazione che si è tenuta sabato 16 giugno di fronte al municipio di Mondovì. Alcune associazioni cittadine l’avevano intitolata “Porti/e Aperti/e”riferendosi alla delicata e difficile situazione dell’accoglienza nei nostri mari. La cronaca dell’evento sui social (documentata con foto e video sulla pagina di Provincia granda) ha suscitato migliaia di reazioni e commenti. Ora riceviamo e pubblichiamo una lettera firmata dal Circolo “Dante Nanni”di Mondovì – Rifondazione Comunista in cui si risponde a quelle critiche. La pubblichiamo di seguito.

Caro Italiano, sempre a te abbiamo pensato...

"Caro Italiano, caro fratello e compagno di terra che ci accusi di non pensare a te perché abbiamo manifestato contro la chiusura dei nostri porti, ti ringraziamo per averci aiutato a ricordare quante volte abbiamo pensato a te.

Caro Italiano, abbiamo pensato a te quando abbiamo protestato per la chiusura della Munters, del pastificio Monteregale, di Rebus e Pierrot; caro Italiano, abbiamo pensato a te quando ci opponevamo alla messa all'asta delle case popolari e all'abbandono dei contenitori vuoti a Piazza; caro Italiano, abbiamo anche pensato a te quando contestavamo alcuni governanti le cui politiche non condividevamo, come Elsa Fornero, Beatrice Lorenzin, Renato Balduzzi o Matteo Renzi;  caro Italiano, abbiamo pensato a te pure quando abbiamo criticato il ritorno della salma di Vittorio Emanuele III o lo sperpero di denaro pubblico per il giro della Padania (pagliacciata organizzata dall’allora Lega… Nord); caro italiano, abbiamo ancora pensato a te quando raccoglievamo le firme per l'acqua pubblica, contro la riforma costituzionale di Renzi e contro la legge Fornero; caro Italiano, sempre a te abbiamo pensato quando siamo partiti per le zone terremotate a portare generi di prima necessità alle popolazioni colpite dai sismi e quando facevamo iniziative contro il carovita (ti ricordi del pane 1€/kg?).

Caro Italiano, abbiamo pensato a te quando abbiamo manifestato per salvare chi sta in mezzo al mare perché sappiamo che tu, prima di essere un Italiano, sei un essere umano".

SOCIAL
IL FONDO
La musica “trap” piace molto ai nostri giovanissimi. Alle loro feste si sente soprattutto quella. In molti chiedono, nei giorni della t...