Cerca
Mondovì
2018-07-04
condividi
INTERVISTA – Al procuratore Ezio Domenico Basso, pm che indagò a Mondovì sui reati commessi dai sinti nell'operazione
«L’identificazione dei nomadi è necessario antidoto alla criminalità»

MONDOVI’– In campo giudiziario, Ezio Domenico Basso, magistrato monregalese, oggi procuratore della procura di Oristano, in Sardegna, è considerato una delle toghe più esperte nelle fattispecie di crimini in cui si è trovato a indagare su intere famiglie di sinti. Quando era sostituto procuratore presso la procura di Mondovì, era (...)

Nelle foto, Basso (secondo da destra), nel 2005, con il procuratore capo Bausone, il dirigente della Mobile ed il questore all'epoca delle molotov alla sua casa di Mondovì, nel 2005.

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
Pm sinti identificazione Mondovì rom
SOCIAL
IL FONDO
Paradossi della sanità. “Quando un utente piemontese chiama il 112 per un’emergenza sanitaria e vede arrivare al proprio domicil...
VIDEOGALLERY
Nessuna videogallery inserita.