Cerca
Fossanese
2018-07-19
condividi
Trinità: nigeriano di 30 anni muore sotto il treno
Tragedia alla stazione ferroviaria, su di lui pendeva decreto di espulsione
TRINITA' – Ai soccorritori si è presentata una scena terribile, perché l'impatto con il treno è stato devastante. I fatti sono accaduti nella tarda mattinata di giovedì. Era stato ospite del bed&breakfast «Castello dei Conti» a Trinità, insieme ad altri migranti, il ragazzo investito stamane dal treno regionale Torino-Ventimiglia: N. G. 30 anni, era originario della Nigeria. L'orientamento degli inquirenti va verso la possibilità del suicicio, ma le indagini di carabinieri e polizia ferroviaria sono in corso.
La vittima è stata identificata grazie alla tessera sanitaria e la salma è stata trasferita all'ospedale di Fossano. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Cuneo e Fossano e l'equipe medica del 118. 
Il trentenne aveva svolto anche dei lavori socialmente utili per il Comune di Trinità, impegnato nella manutenzione del verde nelle vie del paese. Però a febbraio era stato sorpreso a fare l'elemosina a Fossano, attività vietata dallo status di richiedente asilo. Alla vista dei vigili urbani era scappato, ma era stato bloccato poco dopo e aveva reagito, ferendo lievemente due agenti. Per questo aveva ricevuto un provvedimento di espulsione ed era stato allontanato dal bed&breakfast di Trinità, che la Prefettura aveva indicato tra le strutture destinate ad accogliere i richiedenti asilo. 
Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
Trinità morto stazione treno
SOCIAL
IL FONDO
Ora che il “Black Friday” è passato ed archiviato ne possiamo scrivere senza tema di essere indicati come “quelli che...&r...