Cerca
Mondovì
2018-09-18
condividi
 «Il tuo cane sporca? Ricordati che devi pulire!»
Campagna di sensibilizzazione per il decoro urbano: si rischiano sanzioni da 25 a 500 euro.

 

MONDOVI’ – Il monito ricorda gli antichi latini (il “Memento mori”) ripreso in chiave comica dal grande Massimo Troisi in “Non ci resta che piangere!”. Così il Comune di Mondovì lancia la nuova campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono delle deiezioni canine nei luoghi pubblici della città. Il motto è chiaro: “Ricordati che devi pulire!”. Un’iniziativa avviata in questi giorni dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Mondovì, pronto a sanzionare la noncuranza dei conduttori di cani che, troppo spesso, lasciano che i propri amici a quattro zampe sporchino gli spazi pubblici a servizio dell’intera comunità. La campagna di sensibilizzazione in partenza segue l’ordinanza sindacale del giugno scorso, con cui il sindaco, Paolo Adriano, ordinava ai proprietari e detentori di cani di portare con sé opportuni contenitori d’acqua per pulire immediatamente le deiezioni liquide prodotte dagli animali su marciapiedi, strade, piazze e spazi pubblici o di uso pubblico.

«Nei prossimi giorni – commenta l’assessore all’ambiente, Erika Chiecchio -, cominceremo con la distribuzione e l’affissione dei manifesti della campagna di sensibilizzazione. Si tratta di un provvedimento nato a seguito di numerose segnalazioni di cittadini proprietari di case con affaccio pubblico, che spesso si sono ritrovati con i muri imbrattati e hanno espresso all’Amministrazione il loro disagio. Le stesse lamentele ci sono pervenute dai commercianti di Breo, Piazza, Altipiano e Ferrone».

Come previsto dal Regolamento di Polizia Urbana e dal Regolamento gestione rifiuti urbani, i conduttori di cani devono provvedere, qualora gli animali sporchino il suolo pubblico, a rimuovere gli escrementi con idonea attrezzatura. I proprietari di animali sono altresì obbligati a pulire immediatamente le deiezioni liquide degli animali, gettando acqua sull’area interessata e riducendo il più possibile il rischio di sporcare piazze, marciapiedi, strade, muri degli stabili e mezzi di locomozione. Ci si deve assicurare che le deiezioni non sfiorino soglie di immobili e bocche di lupo di cantine o locali interrati. L’inosservanza delle disposizioni in materia di decoro urbano comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa da 25 a 500 euro.

 

Mondovì deiezioni cani
SOCIAL
IL FONDO
Ora che il “Black Friday” è passato ed archiviato ne possiamo scrivere senza tema di essere indicati come “quelli che...&r...