Cerca
Mondovì
2018-09-25
condividi
Nella foto, i vertici della Compagnia monregalese della Guardia di Finanza con il festeggiato e la figlia
Mondovì: Garello, “Fiamma Gialla” a 90 anni

festeggiato nella caserma di via del Viadotto

MONDOVI' - L’appuntato della Guardia di Finanza, Michele Garello, in congedo, ha festeggiato, nella la Caserma della Compagnia di Mondovì, il suo novantesimo compleanno insieme alla figlia (Donatella, dirigente dell’Istituto Alberghiero) ed ai colleghi in servizio. L’anziana Fiamma Gialla, ha ricevuto dalle mani del capitano Sara Raffaella D’Addio la missiva con la quale il comandante provinciale, colonnello Massimiliano Pucciarelli, gli ha rivolto i più sentiti e affettuosi auguri di buon compleanno.

Garello, originario di Villanova Mondovì, si è arruolato nella Guardia di Finanza nel marzo del 1947 ed ha frequentato il corso di formazione, presso la Scuola Alpina di Predazzo (TN). Nel periodo trascorso nel Corpo ha svolto il proprio servizio presso Reparti di confine della Legione di Como nonché Reparti operativi di Milano e Torino. Nel 1973 ha istituito presso la Cittadella, già sede del III Battaglione Allievi della Guardia di Finanza, la sezione A.N.F.I. di Mondovì, della quale è stato presidente per 20 anni, e ne è tuttora presidente onorario. Per tale fervida attività svolta la Presidenza Nazionale dell’A.N.F.I., il 26 ottobre 2010 gli ha conferito la qualifica di socio benemerito. Nel 1990 è stato nominato Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana. Impegnato nell’ambito sociale è stato per un lungo periodo presidente del Centro Anziani di Mondovì Carassone e nel contempo ha prestato servizio nella locale Croce Rossa Italiana ricevendo nel novembre del 2011 la Croce di Anzianità per volontario del soccorso. Michele Garello vive a Mondovì insieme alla signora Luciana Rossetti (l’altro figlio è Fabrizio, il “Gatun” del volley monregalese).

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
SOCIAL
IL FONDO
Ora che il “Black Friday” è passato ed archiviato ne possiamo scrivere senza tema di essere indicati come “quelli che...&r...