Cerca
Monregalese
2018-09-27
condividi
Serra degli Ulivi, ecco le caratteristiche

che avrà la diga

Nei boschi tra Branzola e Pianfei si stanno ultimando le prove necessarie per la progettazione

 

ROCCA DE’ BALDI – Sabato mattina, nella sala d’onore del Castello di Rocca de’ Baldi, si è tenuto un interessante convegno sull’acqua e “la sete dei campi”, organizzato dal Comizio Agrario di Mondovì, da Legambiente e dal Museo Etnografico “Augusto Doro”.

L’ingegner Domenico Castelli, dello studio Steci srl Engineering, progettista del maxi invaso, ha parlato per oltre mezzora, spiegando finalità e caratteristiche della diga.

A COSA SERVE L’INVASO?

«Tra il fabbisogno irriguo di soccorso e la disponibilità idrica che si ha in un anno “scarso” (con poche precipitazioni e siccità oltre la media) – ha spiegato l’ingegnere, dopo l’intervento del professor Bartolomeo Vigna - mancano 11 milioni di metri cubi di acqua. Questa è la quantità che si andrebbe a prelevare nel periodo autunnale e, soprattutto, in primavera, dai torrenti Ellero e Pesio».

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
serra ulivi invaso prove ingegnere convegno
Articolo scritto da:
m.ber
SOCIAL
IL FONDO
Ora che il “Black Friday” è passato ed archiviato ne possiamo scrivere senza tema di essere indicati come “quelli che...&r...