Cerca
Mondovì
2018-10-01
condividi
COMMENTO 1: Alberghiero di Mondovì, qualcuno ha in mente la vera soluzione?

MONDOVI’ – Bisognerà cercare di distinguere. La Regione e la Provincia si accordano per la costruzione di un nuovo plesso scolastico, sull’Altipiano, in via Piemonte, su un terreno di recente proprietà comunale. Bene. A chi sarà destinato? Non è ancora stato precisato. Nemmeno nella riunione di lunedì mattina, a Torino, in cui si è presa questa decisione importante perchè sia chiaro: una nuova scuola è sempre una buona notizia. Una scuola per 750 alunni, ma alla riunione erano presenti solo i dirigenti dell’Alberghiero. Si deve quindi supporre (sinceramente siamo piuttosto stanchi delle supposizioni) che il Giolitti sia grandemente coinvolto nella cosa. Ragioniamo: l’Alberghiero conta, solo di docenti, circa 200 persone. La nuova scuola avrà una palestra e un’aula magna da 140 posti in cui l’Alberghiero non potrebbe neanche fare il collegio docenti. Per necessità di organizzazione il Giolitti chiede una scuola unitaria, sebbene in emergenza, ce ne rendiamo conto tutti. Nessuno ha assicurato, infatti, che “tutto”l’Alberghiero finirà nel nuovo plesso. Perchè laboratori e cucine resteranno al loro posto, a Piazza. Allora a quella riunione avrebbero dovuto essere presenti anche i dirigenti di altri istituti superiori di Mondovì. Oppure la nuova scuola non è per nulla destinata al “Gioltitti”, e allora perchè sono stati invitati solo i suoi dirigenti e non gli altri colleghi (a parte la cortesia di aggiornare la preside Garello and company e pare, infatti, che presto ci sarà una riunione con altri dirigenti scolastici)? Le risposte le attendiamo dagli enti che hanno convocato la riunione e pensiamo che non tarderanno ad arrivare. Qualcuno ipotizza metà dell’Alberghiero nel Baruffi. L’Alberghiero risponde che il pericolo di una strada che divide i vicini istituti costituisce un pericolo costante per i ragazzi che andrebbero su e giù continuamente. Abbiamo l’impressione che il ragionamento “per emergenza” porti ancora lontano rispetto alle vere soluzioni per l’Alberghiero. Senza contare che il tutto “cozza” con le recenti proposte sulla Cittadella da riutilizzare per ospitare il Giolitti e riorganizzarlo. Lì gli spazi non sono certo un problema. Fattibilità? C’è un comitato che dice che è possibile. Il problema sollevato dagli enti: è del Demanio, non ne abbiamo la disponibilità. Qualcuno ha provato a chiedere se il Demanio, che sta sbarazzandosi di proprietà immobiliari di cui non sa che farsene più perchè onerose e difficili da riconvertire, è d’accordo a (s)vendere?

Insomma: qualcuno ha davvero in mente (e nella pratica delle cose) che futuro vogliamo dare al "Giolitti" se davvero teniamo al fatto che il fiore all'occhiello non si appassisca proprio a Mondovì dove è nato?

I RIFERIMENTI PER CAPIRE QUALCOSA DI PIU':

http://www.provinciagranda.it/dettaglio.php?id=4620

http://www.provinciagranda.it/dettaglio.php?id=4613

 

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
Articolo scritto da:
g. sca.
SOCIAL
IL FONDO
Ora che il “Black Friday” è passato ed archiviato ne possiamo scrivere senza tema di essere indicati come “quelli che...&r...