Cerca
Mondovì
2018-11-07
condividi
Presentata la Stagione concertistica della città di Mondovì
Dai talenti mondiali della classica alla voce jazz Gegè Telesforo, eventi da novembre a giugno

MONDOVÌ - Mesi di grande musica. Classica, ma non solo. Anche quest’anno MondovìMusica ci ha preso gusto e si concede escursioni in altri campi musicali: dal pop al jazz di qualità. Undici appuntamenti tra novembre e giugno, che diventano quindici se si aggiungono quelli della Stagione Off, per un cartellone che vedrà tra i protagonisti Gegè Telesforo, voce nota al grande pubblico per le sue apparizioni in televisione e alla radio (ha collaborato per molti anni con Renzo Arbore), e Francesco Corti, uno dei solisti di musica antica più apprezzati al mondo.

La presentazione

È stata presentata ufficialmente questa mattina, mercoledì, la Stagione concertistica della città di Mondovì, rassegna organizzata dall’Academia Montis Regalis in collaborazione con il Comune di Mondovì. Dopo l’applaudito concerto del 21 ottobre, la stagione vera e propria prenderà il via sabato, 10 novembre, alle ore 21 in Sala Ghislieri con il prestigioso Premio Opera e il recital di Francesca Benitez sulle note di Gounod, Verdi, Puccini, Rachmaninov.

«Un programma che ricalca quello dello scorso anno - hanno spiegato il direttore dell’Academia, Maurizio Fornero, ed il musicologo Dino Bosco -, compresi i concerti off più “nazional-popolari”. Un programma vario e versatile, senza mai rinunciare alla qualità». «Una stagione che è un preludio ad un importante rilancio dell’Academia, con altre novità e grandi nomi che verranno annunciati presto»: questa era stata l’introduzione del padrone di casa, il vice-sindaco Luca Olivieri. Conferme in tale senso arrivano dal direttore Fornero: «L’Academia è in una fase di trasformazione: avremo cambiamenti che garantiranno un rilancio, sia a livello di attività nella città che a livello internazionale».

Fornero e Bosco hanno concluso la conferenza con sorta di invito: «Dobbiamo abituare i giovani, i ragazzi, i bambini, ad andare ad ascoltare i concerti dal vivo. La musica è un'esperienza da vivere in diretta».

Sedi e orari

Tra le conferme della stagione i pomeriggi con la musica, con alcuni degli eventi che, visto il successo della scorsa edizione, sono stati programmati il sabato pomeriggio (alle 17.30). E tornano anche le location diffuse, selezionate al di fuori degli spazi tradizionali della musica barocca. Grande novità di quest’anno è la scelta di ambientare alcuni concerti nelle splendide sale del Museo della ceramica di Piazza. Curiosità: il prossimo 1° dicembre il violinista Francesco D’Orazio si esibirà proprio accanto al dipinto di Kandinskij in mostra da metà novembre: un concerto davvero da non perdere per le persone sensibili all’arte in genere.

Tra le altre sedi scelte per esportare in città l’eccellenza dell’Academia Montis Regalis, la Chiesa della Missione e il Teatro Baretti.

Il calendario completo

Dopo il concerto Constellatio felix dell’European Union Baroque Orchestra che ha riempito a metà ottobre la Sala Ghislieri, il primo vero appuntamento della stagione è per sabato 10 novembre ancora nella sala storica della sede dell’Academia, con il Premio Opera. Protagonista della ventisettesima edizione, il soprano Francesca Benitez, accompagnata al pianoforte da Simone Savina. S’inizia alle ore 21.

L’appuntamento del 1° dicembre avrà per palcoscenico un nuovo spazio, scelto dall’Academia nell’intento di estendere la cultura musicale al numero più ampio possibile di persone: il Museo della ceramica. Qui si terrà Riflessi, concerto per violino solo di Francesco D’Orazio, con musiche di Bach, Fedele, Dall’Ongaro, Berio, Sebastiani. L’appuntamento è sempre per le 17.30 e questo rappresenta un’altra novità della rassegna concertistica monregalese: visto il successo ottenuto dai concerti pomeridiani l’anno scorso, gli organizzatori, hanno deciso di puntare più spesso su questo orario. Ma già per il Concerto di Natale - primo appuntamento della stagione OFF in programma venerdì 21 dicembre – si tornerà alle 21. Nella suggestiva cornice della Chiesa della Missione si esibiranno orchestra, solisti e coro della Scuola Comunale di Musica insieme al Coro Cum Corde; dirige Maurizio Fornero.

Ancora un appuntamento OFF l’11 gennaio al Teatro Baretti con Paper flights, spettacolo musicale a cappella, liberamente ispirato al capolavoro di Antoine de Saint-Exupéry e arricchito da contributi video. Il 25 gennaio, per la stagione classica, ci sarà l’esordio del Macbeth al Baretti; l’opera di Verdi sarà riproposta dalla Compagnia Lirica Tamagno.

Omaggio a Lucio Dalla – questo è il titolo – contrassegnerà il terzo evento della stagione OFF, con Paolo Tomalino sul palco del Baretti la sera di venerdì 15 febbraio. Una settimana dopo, ancora nel teatro di Breo, ecco l’attesissimo SoundzForChildren con Gegè Telesforo accompagnato agli strumenti da Domenico Sanna, Dario Deidda e Michele Santoneri. «Ci incanterà con un’eccezionale serata jazzistica» promette Maurizio Fornero.

Sabato 9 marzo si torna al Museo della ceramica, al pomeriggio, per ascoltare l’esibizione del Quartetto dell’Academia Montis Regalis, con Il salotto del bel canto dedicato a Rossini e Donizetti. A guidare i giovani artisti sarà Barthold Kujiken, flautista e direttore di fama mondiale.

Tra marzo e maggio tre appuntamenti con la classica: Tesori del Grand Siècle con i giovani dell’Academia Montis Regalis il 30 marzo (Sala Ghislieri, 17.30), il 13 aprile, stesso posto e identica ora, ecco i solisti dell’Accademia Stefano Tempia con Mozart e Beethoven per quintetto. E sabato 4 maggio ancora i giovani musicisti monregalesi con Dinastie musicali: ore 17.30, Sala Ghislieri. Con loro, nel ruolo di protagonista, Francesco Corti, cembalista di fama europea.

Il 24 maggio si torna al Baretti per l’ultimo appuntamento OFF: Musiche del Mediterraneo con il chitarrista Corrado Cordova. Poi, il 2 giugno il Concerto per la Festa della Repubblica. «Sulla scia del successo della scorsa edizione, si è scelto un ricco programma lirico-sinfonico in collaborazione con Alba Music Festival» dicono gli organizzatori. L’esibizione alle 16, nella chiesa della Missione.

Chiude il cartellone sabato 15 giugno Capolavori del classicismo con i giovani dell’Academia Montis Regalis. Sul podio Enrico Casazza con un programma orchestrale di grande appeal, dedicato al classicismo haydniano e mozartiano.

Biglietti e abbonamenti

I prezzi dei biglietti: 10 euro per l’intero, 7 per i ridotti. Per la stagione OFF: 5 euro. Prevendita dei ticket in orari d’ufficio presso la sede dell’Academia o direttamente ai botteghini dei singoli eventi. Sono previste particolari promozioni per gli studenti della Scuola di Musica di Mondovì, ed anche un mini-abbonamento per cinque concerti a 30 euro.

stagione concertistica mondovì musica
SOCIAL
IL FONDO
  Il colpevole è l’abusivismo edilizio. Ora è tutto un coro, tutti si sono accorti che decine di case sono costrui...