Cerca
Mondovì
2019-01-10
condividi
Nella foto, il tribunale 'Caccia' di Torino
L’indagine è una costola del “processo Pioneer”, in cui è implicata la ‘ndrangheta torinese
Giudiziaria: imprenditori di Mondovì assolti

con formula piena dall’accusa di riciclaggio

I fatti risalgono al 2006, quando furono costruiti box in piazza Partigiani, ad Alassio

MONDOVI’ – Gli imprenditori monregalesi Stefano Bongiovanni e Giorgio Vinai sono stati assolti dal tribunale di Torino in merito ad un procedimento penale che si è concluso giovedì a Torino. L’ipotesi di reato nei loro confronti era di riciclaggio. Assolti con formula piena, “perchè il fatto non sussiste”. Una lunga vicenda che si è protratta nel tempo per la sua complessità: dal punto di vista del processo dibattimentale risale a quattro anni fa, mentre i fatti sono del 2006. Si tratta di una costola del processo “Pioneer”che fa riferimento ad ambienti della ‘ndrangheta torinese e dei rapporti di società (Italia Costruzioni con Conicos e poi con Fincos) nel campo edile. Di mezzo erano andate transazioni finanziarie e la cessione di box in piazza Partigiani, ad Alassio, sotto al Grand Hotel, curate dalle società di costruzioni monregalesi. Per la Procura (del caso si occupò il pm Rinaudo, andato in pensione poco tempo fa e sostituito dal procuratore aggiunto Parodi) la cessione, a fronte di lavori di carpenteria eseguiti ad Alassio, era configurabile come reato. Di tutt’altro avviso il collegio giudicante al tribunale “Caccia”di Torino. Non è stato ravvisato alcune reato ed ha mandato assolti gli imputati: le società monregalesi hanno sempre regolato tutti i rapporti economici con i fornitori con pagamenti regolarmente tracciati (nel caso assegni circolari). L’avvocato Alessandro Viglione, legale dell’imprenditore Stefano Bongiovanni: «Sono molto soddisfatto del risultato e della sentenza che manda assolto il mio cliente con formula piena. Si chiude un periodo lungo e molto faticoso sotto il profilo anche umano vista la delicatezza della vicenda. Sono altresì soddisfatto che la nostra tesi che sosteniamo sin dalla fase delle indagini preliminare sia stata accolta e pienamente condivisa dal tribunale».

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
Mondovì processo assoluzione imprenditori Alassio 'ndrangheta
SOCIAL
IL FONDO
Il Carnevale è divertimento ed è una roba seria. La conferma arriva anche quest’anno riflettendo sulle novità che l&rsqu...