MENU

MONDOVI'

«Dopo un anno non sappiamo ancora perché Alban sia stato ucciso»

Nel febbraio 2019 l’operaio fu freddato a Fortaleza – Il fratello chiede giustizia

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
«Dopo un anno non ancora perchè Alban sia stato ucciso»

MONDOVÌ – «E’ passato ormai un anno da quando hanno tolto la vita a mio fratello Alban, ma non abbiamo ancora avuto risposte certe da nessuno». Ilir Gropcaj è deluso. Il 18 febbraio 2019, a Fortaleza, in Brasile, il fratello di 28 anni moriva su una strada del centro, all’uscita da un ristorante, freddato da colpi di pistola esplosi da sconosciuti. Alban era residente a Vicoforte, lavorava per la Azzurro di Mondovì (si occupa di carpenteria metallica) ed era in Brasile in compagnia di Guido Bertola, titolare dell’azienda di via Langhe. Il racconto (...)

SULL'EDIZIONE DEL 19 FEBBRAIO 2020

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl