MENU

Diocesi di Mondovì: sospese tutte le celebrazioni

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Diocesi di Mondovì: sospese tutte le celebrazioni

La Diocesi di Mondovì, attracerso una nota del vescovo Egidio Miragoli, ha emanato un'ordinanza.

La riportiamo di seguito. Vista l’ordinanza del Ministero della Salute di Intesa con il presidente della Regione Piemonte del 23 Febbraio 2020 che adotta straordinarie misure per il contenimento adeguato per contrastare l’evolversi della situazione epidemiologica tra cui la “sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi, in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa” per la Diocesi di Mondovì a partire da lunedì 24 Febbraio e fino al 29 Febbraio, si stabilisce quanto segue:

1 – sono sospese in tutto il territorio della Diocesi riunioni parrocchiali o diocesane di qualsiasi natura;

2 – sono chiusi gli oratori parrocchiali o luoghi di aggregazione parrocchiali o diocesani, eccetto le Chiese che resteranno aperte per la preghiera personale;

3 – sono sospese tutte le celebrazioni, comprese le Sante Messe;

4 – per quanto riguarda i funerali è prevista la sola preghiera al cimitero con la presenza dei soli parenti stretti;

5 – anche il rito delle Ceneri, con o senza Messa, resta sospeso.

Si invitino i fedeli a entrare nel tempo di Quaresima valorizzando gli altri segni che la Parola di Dio propone: la preghiera, il digiuno e le opere di carità.

Queste disposizioni hanno carattere vincolante benché provvisorio, restando in attesa di ulteriori indicazioni che verranno date.

Invito tutti a valorizzare la preghiera personale e in famiglia.

Da parte mia vivrò, con la sola presenza dei presbiteri della città di Mondovì che vorranno unirsi, la preghiera del Santo Rosario, alle ore 20.30, presso il Santuario Maria Regina Montis Regalis a Vicoforte durante le serate di mercoledì, giovedì e venerdì affidando al Signore l’attuale emergenza che la nostra comunità cristiana e civile sta affrontando. Invito i fedeli ad unirsi spiritualmente nelle loro case in queste tre serate.

Siamo vicini ai malati, agli operatori sanitari e a tutti coloro che si stanno adoperando per contrastare l’evolversi di tale situazione epidemiologica.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl