MENU

Stop alle visite ambulatoriali non urgenti negli ospedali della "Granda"

Anche per le prestazioni diagnostiche. Ammesse solo “urgenti e “brevi”, stop anche agli interventi chirurgici

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Stop alle visite ambulatoriali non urgenti negli ospedali della "Granda"

Nella foto, l'ospedale di Mondovì

CUNEO –  Adeguandosi a disposizioni della Regione Piemonte in tema di emergenza nuovo Coronavirus, l’Asl CN1 e l’azienda ospedaliera S. Croce e Carle hanno sospeso tutte le viste ambulatoriali e le prestazioni diagnostiche programmate e differibili, garantendo esclusivamente quelle in classe urgente (U) e Breve (B).

I pazienti che accederanno negli ambienti ambulatoriali per effettuare le prestazioni in classe B ed U saranno sottoposti a un “pre-triage”. 

Gli operatori del Centro Unico Prenotazioni richiameranno i cittadini sia per annullare la prenotazione sia, successivamente, appena possibile, per riprenotare. Il numero verde 800.000.500, in questo periodo, accetterà esclusivamente prenotazioni in classe B e U.

La Regione Piemonte e l’Unità di Crisi hanno, inoltre sospeso tutti gli interventi chirurgici tranne quelli salvavita e oncologici, con effetto immediato. Una misura annunciata a tutti i direttori delle Asl del Piemonte per gli interventi chirurgici ordinari e quelli sanitari “che implichino l’utilizzo delle sale operatorie, fatta eccezione per gli interventi chirurgici urgenti, salvavita e oncologici”.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl