MENU

Mondovì: deciso il giorno dei funerali di Jean, l’operaio di 30 anni morto dopo l’incidente stradale ai Gosi

La famiglia: «Per ricordarlo, non fiori ma offerte per il suo Soccorso Alpino». Ecco come fare.

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Mondovì: deciso il giorno dei funerali di Jean, l’operaio di 30 anni morto dopo l’incidente stradale ai Gosi

MONDOVÌ –Si svolgeranno lunedì, alle 15, nel Duomo di Piazza, i funerali di Jean Francois Torelli, l’operaio trentenne morto in seguito alle ferite riportate nell’incidente stradale accaduto lunedì ai Gosi di Frabosa Sottana. Il monregalese era a bordo della sua Bmw, quando, per ragioni ancora da accertare, è uscito di strada con la sua Bmw ed è andato a sbattere con violenza contro il muro di una casa. Dopo essere stato prima trasportato a Mondovì e poi a Cuneo, è morto giovedì sera. Alpinista, vice capo stazione del Soccorso Alpino, grande appassionato di montagna, a Jean Francois è stata dedicata la veglia ad alta quota che si è svolta ad Artesina venerdì sera. Il trentenne (avrebbe compiuto 31 anni il prossimo 21 marzo) era figlio unico. I  genitori abitano a Piazza: Pierre, fisioterapista, e Sabine, operatrice sanitaria ed ex presidente dell’associazione Amici di Piazza. Secondo le volontà dello stesso monregalese, all'ospedale di Cuneo si è svolto l'espianto di alcuni organi.

Il rosario si terrà domenica, alle 20, sempre in Duomo.

La famiglia dell'alpinista ha chiesto che amici e conoscenti di Jean non impieghino offerte eventuali per fiori, ma a favore del Soccorso Alpino di cui Jean faceva parte. Ecco l'Iban per i possibili versamenti: IT36P0342546480000340199694.

Grande il cordoglio a Mondovì e nel Monregalese. C'è anche il messaggio del sindaco Paolo Adriano: «Una notizia che ha scosso profondamente la nostra comunità, dove tutta la famiglia di Jean Francois è molto conosciuta ed attiva in diversi settori del volontariato, dall’associazionismo al Soccorso Alpino. Esprimo la vicinanza della Città alla mamma, al papà e alle centinaia di amici che ne ricordano il sorriso e l’entusiasmo. Di fronte a questa disgrazia e a una morte che ci sembra così ingiusta, tutta la cittadinanza si unisce silenziosamente al loro dolore».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl