MENU

Il “pasticcio” della pulizia delle strade, Arpa e Regione: «Non serve a nulla, anzi, inquina» -

Il sindaco di Mondovì: «Non sanifichiamo le strade ma panchine e corrimano: il prodotto che usiamo non è nocivo»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Il “pasticcio” della pulizia delle strade, Arpa e Regione: «Non serve a nulla, anzi, inquina» -

Il sindaco di Mondovì Paolo Adriano chiarisce alcuni punti della sanificazione fatta a Mondovì dopo una nota diffusa da Regione Piemonte e Arpa. Ecco, in ordine, la nota di questi ultimi due enti.

LA NOTA DI REGIONE E ARPA

I sindaci non usino ipoclorito di sodio (componente della candeggina) per pulire le strade. In sintesi, questo il messaggio dell’Assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati e del direttore di Arpa Angelo Robotto. L’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ha ricevuto in queste ore da parte dei primi cittadini la richiesta di poter utilizzare questo composto per combattere la diffusione del COVID-19. «Al momento - spiega Marnati - non vi è evidenza che spruzzare ipoclorito di sodio all’aperto, massivamente, sui manti stradali, possa avere efficacia per il contrasto alla diffusione del CODIV-19 dal momento che le pavimentazioni esterne non consentono interazione con le vie di trasmissione umana. Se non vi sono evidenze scientifiche - aggiunge Marnati – è utile concentrarsi su azioni più incisive, la pulizia delle strade è una buona prassi ma non è possibile usare soluzioni inquinanti». 

«É comunque da sottolineare - spiega il direttore Robotto - che l’ipoclorito di sodio, componente principale della candeggina, è sostanza inquinante che potrà nel tempo contaminare le acque di falda, direttamente o attraverso i suoi prodotti di degradazione. Si invitano pertanto i Sindaci a tenere conto di queste indicazioni, concentrando gli sforzi nella direzione di maggior efficacia degli interventi di lotta al COVID-19»

«Tra le misure utili per contrastare il contagio da COVID-19 - conclude Marnati - la disinfezione degli ambienti gioca un ruolo importante laddove si possa intervenire su superfici che possono interagire con le vie di trasmissione umana, naso, bocca, occhi».

LA NOTA DEL SINDACO DI MONDOVì PAOLO ADRIANO

Ho letto che il Direttore tecnico regionale dell’ARPA Piemonte ha inviato una nota ai Direttori dei Dipartimenti territoriali definendo “non efficace” la pratica di sanificazione attuata da alcune Amministrazioni Comunali. Ritengo doveroso aggiornarvi su quanto stiamo facendo da questo punto di vista a Mondovì:

1) NON SI SANIFICANO LE STRADE (né le aree verdi!), ma le panchine, i corrimano, le pensiline dell’autobus, i muretti e le ringhiere, i giochi dei bimbi, i pilastri dell’ala del mercato. Quei luoghi, cioè, su cui tutti appoggiamo spesso le mani e in cui un’eventuale presenza batterica o virale potrebbe resistere più a lungo ed essere maggiormente pericolosa. In questo periodo proseguiranno anche le operazioni di spazzamento strade, mediante impiego esclusivo di acqua per abbattere le polveri ed aspirare il terriccio.

2) Il disinfettante utilizzato (ipoclorito di sodio diluito nella percentuale del 5%) non è nocivo per le persone e gli animali ed è impiegato esclusivamente per questi interventi “mirati”. Prima di procedere, il Comune ha informato e ottenuto l’assenso dell’Ufficio Igiene e Salute Pubblica dell’ASL CN 1 – Sezione Monregalese.

3) La sanificazione è stata avviata a tutela massima della collettività e continuerà nei prossimi giorni. Riteniamo che disinfettare le superfici che tutti tocchiamo con le mani sia un atto di responsabilità e, come ciascuno di noi procede a casa propria, il Comune si fa carico degli spazi di tutti.

Attendiamo che l’ARPA proponga soluzioni alternative attuabili, magari dando indicazioni pratiche anche sugli approvvigionamenti. In tal caso le attueremo volentieri, ma non ci risulta che, ad oggi, ne siano pervenute.

Il Covid-19 è un virus “nuovo”: scienziati e ricercatori se ne stanno occupando con sforzi encomiabili. In attesa di certezze scientifiche, riteniamo di dover mettere in campo tutte le strategie di buon senso che abbiamo per proteggere la comunità. 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl