MENU

Coronavirus Piemonte, il governatore Cirio: «Rischiamo di non farcela, servono ventilatori»

IL BOLLETTINO DEI CONTAGI, 518 IN PROVINCIA DI CUNEO

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Coronavirus Piemonte, il governatore Cirio: «Rischiamo di non farcela, servono ventilatori»

Il presidente Cirio e la portavoce Josè Urso

TORINO - "Stiamo arrivando al livello di saturazione della terapia intensiva, nonostante la Regione Piemonte abbia raddoppiato i posti letto. Se questa curva non si abbassa rischiamo davvero di non farcela, di qui il mio appello accorato a Roma di inviare ventilatori in base alle effettive urgenze e agli effettivi bisogno". Così il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, ai microfoni di Centocittà, su Radio Uno Rai. Sugli approvvigionamenti di materiale sanitario, Cirio conferma che col governo "c'è molta tensione". "Qualcosa inizia ad arrivare ma è ancora poco".

IL BOLLETTINO DI REGIONE PIEMONTE E UNITÀ DI CRISI

TRENTACINQUE PAZIENTI GUARITI
Questa mattina, l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti è salito a 35, cosi suddivisi su base provinciale: 16 residenti in provincia di Torino, 3 nell’Alessandrino, 5 nel Cuneese, 5 nell’Astigiano, 3 del Novarese, 1 nel Vercellese, 2 provenienti da fuori regione.

VENTIQUATTRO DECESSI
Sono 24 i decessi di persone positive al test del “Coronavirus Covid-19” comunicati nella mattinata di venerdì (27 marzo) dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte: 6 in provincia di Torino, 2 nell’Alessandrino, 1 nel Cuneese, 1 nel Vco, 3 nell’Astigiano, 1 nel Biellese, 10 nel Novarese.
Il totale complessivo è ora di 569 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 133 ad Alessandria, 22 ad Asti, 57 a Biella, 35 a Cuneo, 77 a Novara, 176 a Torino, 25 a Vercelli, 34 nel Verbano-Cusio-Ossola, 10 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

SITUAZIONE CONTAGI
Sono 7.092 le persone finora risultate positive al “Coronavirus Covid-19” in Piemonte: 1.106 in provincia di Alessandria, 303 in provincia di Asti, 367 in provincia di Biella, 518 in provincia di Cuneo, 609 in provincia di Novara, 3.361 in provincia di Torino, 358 in provincia di Vercelli, 288 nel Verbano-Cusio-Ossola, 66 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 116 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.
I ricoverati in terapia intensiva sono 431.
I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 19.705, di cui 12.202 risultati negativi.

   

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl