MENU

Ceva, la Croce del Forte è illuminata

Iniziativa del Banco Azzoaglio sarà permanente

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Ceva, la Croce del Forte è illuminata

CEVA - Un atto d’amore per la propria città, un simbolo di speranza. Dalla sera di lunedì la croce della Rocca del Forte di Ceva , dopo il tramonto, è illuminata, e così sarà per tutte le sere future. Un gesto che ha subito raccolto l’approvazione totale dei cebani e che giunge in un momento che seppur difficile per tutti, sta risvegliando le sensibilità di molte persone. Lo dimostrano le tante iniziative solidali di questi giorni: non solo aiuti concreti e materiali, come la produzione e la distribuzione di mascherine e il ruolo in “prima linea” del volontariato , ma anche, come in questo caso, un sostegno allo spirito di una città intera  . È forse questa la motivazione che hanno pensato al Banco Azzoaglio, rispondendo ai desideri di tanti cebani che da sempre avrebbero voluto la “loro” croce illuminata. Così la famiglia Azzoaglio ha fatto installare l’illuminazione necessaria e si è fatta carico delle future spese di gestione.
Un regalo a Ceva, l’ennesimo da parte del Banco che da secoli è profondamente legato alla sua città. Non si è fatto quindi attendere il plauso dei cebani, che al comparire delle prime foto sui social network hanno espresso gratitudine nei confronti del Banco Azzoaglio e della Marchesa Paola Pallavicino, proprietaria del terreno su cui sorge la croce monumentale.

 Il Forte è per i cebani un luogo dell’anima: se ora è adibito a residenza privata, per decenni il sito rimase “accessibile” a tutti. Molti conservano, legati ad esso, preziosi ricordi d’infanzia e di adolescenza e tutta la città venera la statua della Vergine Addolorata,oggi conservata in una cappella laterale del Duomo ma che prima delle campagne Napoleoniche era conservata nella Cappella Ipogea sita proprio al Forte. Ora si possono organizzare visite pubbliche grazie all’impegno di associazioni cebane.
Un legame di affetto indissolubile, quindi, che ha trovato il giusto e ulteriore coronamento proprio in un periodo così difficile e pieno di incertezze.
Che la fede accompagni o meno le nostre vite, è difficile rimanere indifferenti di fronte a un atto di amore così semplice eppure così potente.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl