MENU

Il sindaco Adriano sul “caso Caramello”: «Altro che posizione di potere, ciò che ho detto è solo la verità»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Il sindaco Adriano sul “caso Caramello”: «Altro che posizione di potere, ciò che ho detto è solo la verità»

Il consiglio comunale in videoconferenza di lunedì

MONDOVì - Non si è fatta attendere la risposta del sindaco di Mondovì Paolo Adriano ai tre consiglieri di centrodestra sul “caso Caramello”. In una lettera (qui) D’Agostino, Barello e Tealdi (consiglieri di minoranza) hanno preso le difese del collega Giampiero Caramello dopo le dichiarazioni del primo cittadino nel consiglio comunale (in videoconferenza) di lunedì (qui): «Caramello è stato per mesi in stato di incompatibilità con la carica di consigliere».

«L'attacco non è stato né violento né gratuito. I consiglieri di minoranza riferiscono di non voler entrare nel merito della questione. Il problema è proprio questo, ovvero non rileva, per loro, ciò che ha fatto il consigliere Caramello, ma ciò che il Sindaco ha detto che Caramello ha fatto. Dunque, in sintesi, Caramello può fare ciò che vuole, in spregio delle norme, ma il Sindaco non può dire nulla. Altro che "posizione di potere"! Mi spiace, poi, che i consiglieri di minoranza affermino che io li avrei abituati ad attacchi personali violenti, poiché al di là della normale, talvolta vivace dialettica politica, non mi pare di aver mai aggredito né Guido Tealdi, né Luciano D'Agostino, né Laura

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl