MENU

Lettera a Cirio: «La “Granda”, che non è Torino, venga liberata, si conceda l'accesso alla Liguria»

Il presidente del Comitato Difesa Consumatori chiede alla Regione l’apertura verso la riviera

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Lettera a Cirio: «La “Granda”, che non è Torino, venga liberata, si conceda l'accesso alla Liguria»

Nella foto, Alessio Ghisolfi, presidente del Comitato Difesa Consumatori Cuneo

CUNEO - «Si apra l’accesso della “Granda” alla vicina Liguria». Lo chiede Alessio Ghisolfi, avvocato, presidente del Comitato Difesa Consumatori e suo referente legale.  Al sodalizio sono tesserate diverse categorie, dal commercio, partite iva, cittadini, tutti ricompresi sotto la categoria “consumatori”. Molti sono dell’Albese e del Monregalese (circa 5.000). Il Comitato ha sede a Cuneo, in via XX settembre. Di seguiti la nota di Ghisolfi.

«La Granda che confina con la Liguria, assetto commerciale e turistico, ampiamente rivolto all’edilizia, deve essere considerata diversamente rispetto alle alle altre provincie del Piemonte.Lo chiedono migliaia di cittadini ed imprese.

Il Governatore Cirio deve attivare procedure diverse per un territorio che si sta comportando molto bene rispetto ad altre aree del nord Italia. Deve operare in sinergia con Toti per consentire gli spostamenti e il suo staff operare una comunicazione tesa al raggiungimento di questo obiettivo.

Cosa che non vediamo.

Impedire al basso Piemonte di raggiungere la Liguria è un concetto medioevale che il Governo ha voluto introdurre ma la Regione, perlomeno per la realtà della Granda, deve aprire un tavolo  e lavorare per aprire i confini.

Centinaia di edili sono bloccati, le seconde case prive di ogni manutenzione: generalizzare tutto il territorio significa sfavorire la Granda e non ne abbiamo affatto bisogno.Se la situazione in Piemonte dovesse peggiorare si consideri la peculiare diversità della Granda.

Si riparta subito con il traffico interregionale».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl