MENU

Intesa tra Governo e Regioni. Ecco le linee guida per le riaperture e valgono per tutta Italia – Da lunedì serrande su per negozi e centri commerciali

Il distanziamento sociale sarà di un metro - Spostamenti tra le regioni dal 3 giugno

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Intesa tra governo e regioni. Ecco le linee guida per le riaperture e valgono per tutta Italia – Da lunedì serrande su per negozi e centri commerciali

"Resta inteso - si legge nel documento - che, in base all'evoluzione dello scenario epidemiologico, le misure indicate potranno essere rimodulate, anche in senso più restrittivo". Il documento è quello approvato venerdì notte in consiglio dei ministri dopo il duro confronto con i rappresentanti delle Regioni con il presidente Conte ed i suoi ministri.

Riguarda le regole per la riapertura di ristoranti, balneazione, strutture ricettive, servizi alla persona, commercio al dettaglio, mercati e fiere, uffici aperti al pubblico, piscine, palestre, manutenzione del verde, musei e biblioteche.

Lunedì riapriranno negozi e centri commerciali. Alla fine il premier Conte è apparso soddisfatto: "C'è stata - ha sottolineato - una poderosa collaborazione istituzionale".

Insomma, carta bianca alle Regioni. Che infatti riapriranno tutto il 18, fatta eccezione per Piemonte e Toscana, che pur avendo come tutte le altre alla fine guadagnato la promozione dal monitoraggio epidemiologico del ministero della salute, scelgono la linea della prudenza, aspettando il 25 per ristoranti e bar. Al ristorante, come al bancone del bar, la distanza tra i tavoli scende innanzitutto da due a un metro. Lo stesso distanziamento che dovrà essere rispettato se a pasteggiare insieme non sono dei conviventi. Se il tavolo non è tanto capiente si alza la famigerata barriera di plexiglass.

COMMERCIO AL DETTAGLIO

Potrà essere rilevata la temperatura, impedendo l'accesso sopra i 37,5 gradi. Mantenere un metro di separazione tra i clienti. In caso di vendita di abbigliamento, i clienti dovranno avere guanti monouso. I clienti devono indossare la mascherina.

SERVIZI ALLA PERSONA (Acconciatori, estetisti)

Accesso solo tramite prenotazione. Potrà essere rilevata la temperatura, impedendo l'accesso sopra i 37,5 gradi. Mantenere almeno un metro di separazione tra i clienti. L'operatore deve indossare una mascherina FFP2. Vietati sauna, bagno turco, idromassaggio.

BALNEAZIONE

Potrà essere rilevata la temperatura, impedendo l'accesso sopra i 37,5 gradi. Mantenere un metro di separazione tra gli utenti. Garantire una superficie di 10 metri quadri per ombrellone. Lettini e sdraio vanno disinfettati ad ogni cambio di persona e deve esserci tra loro la distanza di almeno 1,5 metri.

STRUTTURE RICETTIVE

Potrà essere rilevata la temperatura, impedendo l'accesso sopra 37,5 gradi. Distanziamento interpersonale di almeno un metro. Gli ospiti devono sempre indossare la mascherina. Aumentare la sostituzione dei pacchi filtranti dell'aria per la ventilazione.

MERCATI E FIERE

Accessi scaglionati. Mantenere il distanziamento interpersonale. Utilizzo delle mascherine obbligatorio.

UFFICI APERTI AL PUBBLICO

Potrà essere rilevata la temperatura, impedendo l'accesso sopra i 37,5 gradi. Favorire l'accesso con prenotazione. Mantenere almeno un metro di separazione.

PISCINE

Potrà essere rilevata la temperatura, impedendo l'accesso sopra i 37,5 gradi. Divieto di accesso al pubblico. In vasca massimo una persona ogni 7 metri quadri. I propri abiti vanno riposti nella borsa. Fissati i limiti minimi del cloro in acqua. Prima dell'ingresso in piscina, obbligo di doccia saponata.

PALESTRE

Potrà essere rilevata la temperatura, impedendo l'accesso sopra i 37,5 gradi. Distanza di almeno 2 metri durante l'attività fisica. Obbligo di assicurare la disinfezione delle macchine usate. I vestiti vanno riposti nella borsa personale. Pulizia delle griglie di ventilazione con alcool etilico.

MANUTENZIONE DEL VERDE

Distanza di almeno un metro tra le persone. Una sola persona alla guida delle macchine.

MUSEI E BIBLIOTECHE

Potrà essere rilevata la temperatura, impedendo l'accesso sopra i 37,5 gradi. I visitatori devono sempre indossare la mascherina. Limitare l'utilizzo di ascensori. Disinfettare eventuali audioguide.

SPOSTAMENTI

Dal 3 giugno non sarà solo possibile spostarsi tra le diverse Regioni italiane ma si potrà anche entrare da altri paesi europei senza obbligo di quarantena. Una decisione che potrebbe salvare, almeno in parte, la stagione turistica ed è uno dei dati più importanti di una giornata che vede il Consiglio dei ministri impegnato con le norme per le riaperture dopo il confronto con le regioni sulle linee guida, concluso con un accordo di massima. (Agi)

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl