MENU

Turismo, l’occasione che Monregalese, Cebano, Langa devono cogliere convivendo col covid

L’estate degli italiani che non vanno all’estero - Primo segnale: nel week-end pienoni nei rifugi e nei sentieri montani

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Turismo, l’occasione che Monregalese, Cebano, Langa devono cogliere convivendo col covid

Foto di repertorio (Atl del Cuneese)

La priorità rimane quella sanitaria e ogni azione deve essere finalizzata al contenimento e al rallentamento del contagio. Anche quella economica è una necessità per la ripartenza, per risalire una china che il contagio del coronavirus ha creato bloccando attività, iniziative, progetti. Così il comparto del turismo diventa, giocoforza, un elemento essenziale perchè la nostra economia ne abbia beneficio. Come si stanno preparando i Comuni, le zone alla facile previsione che gli italiani potranno scegliere le nostre montagne, le colline dei vini, i laghi alpini, i rifugi, l’Alta Val Tanaro con il trenino storico? Abbiamo cercato di approfondire, forti delle notizie che già ci arrivano dall’ultimo week-end: Pian delle Gorre imballato, impossibile salire al Rifugio Elica, il Mondovì affollato, lago di Pianfei idem, sentieri pieni e voglia di stare all’aria aperta. Si moltiplicano gli acquisti e gli affitti delle e-bike, mentre (...)

L'APPROFONDIMENTO, I COMMENTI, GLI INTERVENTI, LE STORIE

sul numero in edicola e online di MERCOLEDì 27 MAGGIO 2020

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl