MENU

"Immuni" può essere scaricata su iOS e Android

Lanciato il sito ufficiale dell'applicazione per il tracciamento dei positivi al coronavirus

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
"Immuni" può essere scaricata su iOS e Android

“Immuni”, l’app di Bending Spoons per iOS e Android scelta dal Governo italiano per il contact tracing dei soggetti risultati positivi al coronavirus, è disponibile dal primo giugno sugli store,. Il download è gratis e su base volontaria, disponibile a tutti gli italiani, anche se per qualche giorno ancora il tracciamento è sperimentale e attivo solo in Puglia, Marche, Abruzzo e Liguria. L’app Immuni serve, su cellulari iPhone e Android, per sapere se si è stati a contatto con un soggetto poi risultato positivo al coronavirus. L’app ci avvisa in tal senso con una notifica e poi, con la collaborazione dell’utente, permette all’autorità sanitaria di monitorare questo possibile contagio.

COME SI SCARICA

L'app Immuni è disponibile per i sistemi operativi Android e iOS. L'app è scaricabile attraverso il sito Immuni.italia.it, mentre sui singoli store di Apple e Google diversi utenti segnalano in queste ore di non trovare l'app disponibile.  Sempre nel pomeriggio di lunedì l’app ha avuto l’ok definitivo da parte del Garante della privacy. Tramite Immuni.italia.it si accede a una pagina che spiega funzionamento e finalità dell'app. "Immuni è un'app creata per aiutarci a combattere l'epidemia di COVID-19", si legge sulla pagina. "L'app utilizza la tecnologia per avvertire gli utenti che hanno avuto un'esposizione a rischio, anche se sono asintomatici". Sul sito c'è anche l'opzione 'Scarica l'app', che fa accedere alla possibilità di scaricarla dagli store di Google e Apple. I copyright del sito sono a carico della Presidenza del consiglio dei ministri. "Gli utenti che vengono avvertiti dall'app di un possibile contagio possono isolarsi per evitare di contagiare altri", si legge sul sito dell'app Immuni. "Così facendo, aiutano a contenere l'epidemia e a favorire un rapido ritorno alla normalità".

IL SITO E LA PRIVACY

Il sito, oltre alla sezione delle domande, offre una veloce panoramica del funzionamento: "Venendo informati tempestivamente, gli utenti possono contattare il proprio medico di medicina generale e ridurre così il rischio di complicanze", si legge. 

Poi una precisazione sulla privacy: "Immuni è stata progettata e sviluppata ponendo grande attenzione alla tutela della privacy. I dati, raccolti e gestiti dal Ministero della Salute e da soggetti pubblici, sono salvati su server che si trovano in Italia. I dati e le connessioni dell'app con il server sono protetti".

APPLE, GOOGLE MA ANCHE SISTEMI HUAWEI​

"A chi si è trovato a stretto contatto con un utente risultato positivo al virus del Covid-19, l'app invia una notifica che lo avverte del potenziale rischio di essere stato contagiato. Grazie all'uso della tecnologia Bluetooth Low Energy, questo avviene senza raccogliere dati sull'identità o la posizione dell'utente". Sul sito si legge inoltre che il governo sta lavorando "per permettere di scaricare Immuni anche da AppGallery al più presto". Questo consentirà l'utilizzo anche per gli utenti di smartphone Huawei, il colosso cinese della tecnologia". Presenti anche un link a tutta la documentazione pubblicata finora sulla piattaforma GitHub, che spiegano in dettaglio il funzionamento del software, e uno per guardare in anteprima la grafica dell'applicazione.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl