MENU

Scuola Mondovì, il saluto di Enrico Beruschi agli studenti: “Alla Maturità? Fate come me”

L’attore: “Parlai comunque, e andò bene” – Alla diretta streaming anche il nostro giornalista Alberto Prieri

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Mondovì: il saluto di Enrico Beruschi agli studenti: “Alla Maturità? Fate come me”

Da sinistra Sergio Blengini, Paolo Tealdi, Francesco Pungitore, Lorenzo Zoppi, Paolo Monge e Lorenzo Merello

“Maturità? Cari ragazzi, fate come me. Comunque vada, raccontate ciò che sapete. Io parlai dei Promessi Sposi ricordando le mie vacanze sul lago, a Lecco, e descrivendo quei luoghi, quelle strade, quei paesaggi. La professoressa pensò che io fossi bravissimo!”. Il comico Enrico Beruschi (“un ventenne del '41”) ha voluto salutare così, con il suo speciale “in bocca al lupo”, gli studenti monregalesi pronti a cimentarsi con gli esami di Stato, collegato in diretta streaming per l'evento culturale “Dal monopolio Rai alle Tv private, un pezzo di storia italiana”. Una produzione andata in onda sulle piattaforme Skype e YouTube, prodotta dalla libreria “Confabula” di Mondovì, in collegamento dalla sede della “Informatica System” di Vicoforte e curata tecnicamente dallo staff della start-up “Proxima Studio” (Paolo Monge, Lorenzo Zoppi, Lorenzo Merello e Fabio Biscia), ex allievi del Liceo Scientifico opzione scienze applicate “G. Cigna” che hanno messo a frutto positivamente gli anni di studio tra i banchi dell'istituto superiore di via Curazza. Moderata dai docenti del “Cigna” Paolo Tealdi (Informatica) e Francesco Pungitore (Filosofia), la trasmissione si è arricchita grazie ai contributi a distanza di Fabrizio e Lorenzo Innocenti (Bleb Technology) e del giornalista e insegnante Alberto Prieri. Centrali gli interventi dei relatori coinvolti: l'ex direttore del Tg4 Emilio Fede che, con il suo consueto piglio, ha riportato tanti aneddoti della sua lunga carriera televisiva; il giornalista Paolo Brosio, che ha ripercorso la stagione di Tangentopoli, “lontana nel tempo ma attualissima nei contenuti”; Enrico Beruschi, pilastro indiscusso dello show-varietà televisivo degli anni '80 per antonomasia, il mitico “Drive In”. Tre testimonianze per descrivere uno spaccato di storia italiana. Proprio Beruschi ha concluso, salutando gli studenti in collegamento. Un confronto culturale ben riuscito, un esperimento tecnologico, ma soprattutto un momento di riflessione non privo di spunti d'interesse legati alla nostra attualità. Per Emilio Fede l'occasione anche per parlare del suo ultimo libro autobiografico pubblicato da Giraldi Editore, rispondendo alle domande dei lettori collegati dalla libreria Confabula.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl