MENU

Funzionano (nel week-end) i voucher vacanza: “Sei nostro ospite 2 notti su 3”

La campagna della Regione per il rilancio del turismo

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Funzionano (nel week-end) i voucher vacanza: “Sei nostro ospite 2 notti su 3”

Tutto esaurito nei weekend, in Langa e nelle nostre montagne, come fosse sempre Ferragosto, e poi fatica a occupare camere in settimana. Dal 7 luglio sono partite le vendite dei voucher vacanza che permettono ai visitatori di trascorrere tre notti in strutture ricettive (hotel, B&B, campeggio, alloggio, agriturismo) pagandone solamente una. Un’opportunità arricchita dall’ulteriore bonus che propone uno sconto del 50% su varie esperienze e servizi turistici collegati ad un soggiorno in Piemonte. La promozione è commercializzabile fino al 31 agosto 2020, e la loro validità si estenderà fino al 31 dicembre 2021.

Tutte le info relative su www.visitpiemonte.com

 “Bellezza singolare”, “Gusto singolare”, “Libertà singolare”, e “Spirito singolare”: sono questi i claim che accompagneranno, nei prossimi 6 mesi, la nuova campagna di comunicazione della Regione Piemonte in Italia e nei Paesi dell’area Schengen. Ma non solo: unica iniziativa nel suo genere in Italia. La campagna di comunicazione rientra nel più ampio pacchetto di iniziative per il rilancio turistico post-Covid messo a punto dalla Regione Piemonte (con un investimento complessivo di circa 1,3 milioni di euro per la campagna di comunicazione integrata, declinata sui diversi prodotti e mercati, e circa 5 milioni per il voucher vacanze). Il tavolo di coordinamento regionale ha lavorato tra aprile e giugno per preparare la fase di rilancio del comparto turistico piemontese che consta di oltre 46mila imprese, in prevalenza piccole e medie, e 153 mila addetti. Un settore che fino a tre mesi fa era in costante crescita e rappresentava un valore di indotto di 7,5 miliardi di euro, pari al 7,4% del PIL regionale. “Il turismo rappresenta uno dei pilastri dell’economia del nostro territorio. Tutte le misure del Piano RipartiTurismo sono state costruite insieme agli operatori del settore per dare una risposta efficace e concreta all’intera filiera. – conferma il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio - Da una parte i contributi a sostegno del comparto, uno dei più danneggiati dai mesi di lockdown. E dall’altra questa campagna di comunicazione che punta a rilanciare l’immagine e il brand “Piemonte”. La riscoperta della natura, dei borghi e dei centri storici, insieme alle attività open air e alla buona tavola saranno ancora più attrattive grazie all’iniziativa dei voucher, perché i turisti che sceglieranno il nostro territorio saranno ospiti del Piemonte 2 notti su 3”.

LA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE

Il piano di comunicazione e promozione multilingue - inglese, francese e tedesco, oltre all’italiano - si articola su quattro livelli: una campagna advertising “ombrello” evocativa delle attrattive piemontesi; una campagna social declinata in immagini legate ai vari territori e proposte turistiche, e un’attività redazionale. Infine, è prevista un’attività di coinvolgimento dei visitatori, in partnership con Lonely Planet, con un concorso su Instagram e alcuni viaggi-premio in Piemonte. La campagna prevede una pianificazione molto ampia, suddivisa in una prima fase estiva e una seconda in autunno, su stampa, radio, TV, digitale, social network. Oltre alla copertura locale e nazionale, sono previste uscite anche sui principali mercati europei.

Focus tematici della campagna saranno il turismo attivo (rinforzato anche dal lancio della nuova piattaforma piemontescape.com), gli itinerari storico-artistici, i percorsi enogastronomici, cammini e spiritualità. E i contenuti punteranno sui panorami unici del Piemonte, su una fruizione in sicurezza e sui punti di forza del territorio: dai 34 Comuni Bandiera Arancione ai 20.000 km di percorsi escursionistici e ciclo-escursionistici, fino alle 94 aree naturali protette e a tutte le opportunità di attività outdoor. Verranno evidenziati i siti piemontesi della World Heritage List, i nostri 14 “Borghi più belli d’Italia”, i percorsi che toccano ricetti e cattedrali, abbazie e fortezze. Focus importante sarà inoltre quello sulla cucina e i prodotti della regione, dal Tartufo Bianco d'Alba alle 17 DOCG e 42 DOC dei vini, fino ai 46 chef stellati Michelin.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl